13a Festa degli UTC: il messaggio di ringraziamento

© foto www.imagephotoagency.it

Inizialmente programmata per il 4 giugno e poi posticipata di un giorno a causa del maltempo, la 13a festa degli Ultras Tito Cucchiaroni andata in scena a Villa Scassi è stato un vero e proprio successone.

Tramite il proprio sito ufficiale, gli UTC hanno voluto ringraziare pubblicamente tutti i tifosi della Sampdoria presenti all’evento: “Forse una delle più belle, sicuramente la più “folle”. Un saliscendi di emozioni. Dalla incredulità dinnanzi a quell’ incessante pioggia di sabato, fino all’entusiasmo di domenica, quando li, a Villa Scassi con tutti voi, abbiamo toccato per un secondo il cielo con un dito. E allora è giusto spendere le classiche due parole di ringraziamento che però mai come questa volta sono sentite, estremante sentite. Grazie a quei numerosi “stoici marinai” che sabato, non curanti delle condizioni meteo, sono venuti a Villa Scassi. Proprio vero che la pioggia non ci bagna… Grazie a tutti quei piccoli sampdoriani che hanno fatto altrettanto,presentandosi al campetto da calcio sorridenti e vogliosi di dare due calci al pallone. Il tempo avverso purtroppo non ci ha permesso di iniziare il torneo. Tranquilli, recuperiamo l’anno prossimo! Grazie a tutti coloro che domenica hanno riempito di fatto Villa Scassi. Grazie a tutti voi: vecchi, bambini, ragazzi e ragazze, famiglie, tutti con i nostri colori addosso, aggirarsi per gli stand, spendere tempo nella mostra, cantare e ballare sotto il palco… Ci avete regalato immagini che difficilmente dimenticheremo. Grazie alle ragazze di ASD Musica e Magia che con la loro animazione hanno reso felici decine di bambini. 

Grazie a tutti quei folli – si legge nel messaggio pubblicato – che hanno partecipato alla Pint Cup 2016. Seabbiamo vissuto quei momenti (indimenticabili?) è solo merito vostro! Grazie ai nostri ospiti. Grazie a Italo che si è fatto un viaggio da Campobasso per essere con noi e parlarci di repressione sabato sotto la pioggia. Grazie ai Trilli, agli Isterika e a Pensie per aver fatto vibrare l’aria con la loro musica. Grazie a Luca, Ale e Maurizio che ci hanno raccontato una parte importante della storia della Sampdoria. E’ 
stato bello tuffarsi nel passato insieme a voi, è stato importantericordarsi da dove veniamo.
Ed infine grazie a chi ha permesso, con mille sbattimenti, lo svolgimento di questa meravigliosa festa. Grazie a chi ha camallato, a chi ha spinato birra, a chi è stato in cucina e a chi ha lavorato nei vari stand. Grazie a chi ci ha dato una mano, anche la più piccola. A voi e a tutti i sampdoriani che hanno partecipato, non ci resta che dirvi un ultima cosa: grazie ragazzi, ci si vede l’anno prossimo!”

Condividi
Articolo precedente
2015/2016, il pagellone: Michele Rocca
Prossimo articolo
Icardi: «Quest’anno ho giocato come quando ero alla Samp»