180 minuti di imbattibilità per Viviano: prima volta in stagione

© foto www.imagephotoagency.it

Cinque gol nelle ultime due partite e belle prestazioni stanno facendo pian piano risalire in classifica la Sampdoria, ma c’è forse un aspetto ancora più importante da sottolineare: infatti, se si sta verificando questa inversione di tendenza nei risultati è soprattutto grazie ai pochi gol subìti, totalmente il contrario di quello che è accaduto fino alla partita contro l’Inter, se non contiamo lo 0-0 casalingo contro l’Atalanta. 

Sicuramente il passaggio alla difesa a tre è stato fondamentale nel contenere i danni, ma gran parte del merito va attribuito a Emiliano Viviano. Il portierone blucerchiato si è reso protagonista nelle ultime due gare, prima contro il Frosinone, con la parata sul quasi autogol di Correa, e poi sabato sera contro il Verona, con due uscite in tackle su Luca Toni che hanno evitato una letale riapertura del match da parte degli uomini di Delneri. 

Questo mix fra solidità difensiva e ottime performance del numero 2 blucerchiato, ha permesso di raggiungere un traguardo ancora considerato tabù fino alla sfida del “Bentegodi”: per la prima volta in stagione, infatti, la squadra di Montella è riuscita a non subire gol per due partite di fila. Primi segnali incoraggianti per uscire da un periodo buio come quello vissuto dalla Samp in questo inizio di 2016, sperando che questi 180 minuti a porta chiusa siano solamente destinati ad aumentare. 

Condividi
Articolo precedente
SampNews24 cambia gruppo editoriale
Prossimo articolo
La Junior TIM Cup fa tappa a Genova: Sala scelto come testimonial