#70diNoi: Pietro Battara: «Anni di grandi soddisfazioni alla Samp»

© foto www.imagephotoagency.it

Ritorna l’appuntamento con #70diNoi, questa volta con la rubrica My Samp che tramite le parole dei protagonisti ripercorre momenti e avvenimenti della storia blucerchiata. Oggi a parlare è Pietro Battara, portiere classe 1936, che passa nell’estate del 1961 dal Vicenza alla Sampdoria. Se le prime stagioni non lo vedono protagonista a partire dalla 1966/67 con Fulvio Bernardini trova il posto da titolare fisso che manterrà per ben cinque stagioni in serie A.

Cessata poi l’attività agonistica ritornerà alla Sampdoria in veste di preparatore dei portieri e assisterà alla vittoria del primo e unico scudetto blucerchiato. Ecco il suo ricordo, come riportato nella rubrica My Samp: «Per me la Sampdoria ha rappresentato 30 anni di sport attivo soddisfazioni patemi d’animo di vittorie e di scofitte. Ha rappresentato particolarmente un terzo della mia vita, quando giocavo si pensava alla Sampdoria non c’erano scritte sulle maglie non c’erano sponsor non c’era niente c’erano solo questi meravigliosi colori che abbiamo portato noi della nostra generazione in giro per l’Italia perché non avevamo le potenzialità per uscirne.
Negli altri anni dove ho potuto allenare e stare nel team degli allenatori, che sono passati per la Sampdoria e con i quali abbiamo vinto in tutta Europa, ci sono state grandissime soddisfazioni
».

Condividi
Articolo precedente
Settore giovanile: i risultati del weekend blucerchiato
Prossimo articolo
Suarez, dall’Uruguay l’insidia per la Samp