#70diNoi, Vialli: «Andavamo a dormire col pigiama della Samp, questo club ti entra nel DNA»

© foto www.imagephotoagency.it

Come ogni giorno, torna l’appuntamento con #70diNoi, l’iniziativa della Sampdoria che si protrarrà fino al 12 agosto per celebrare i propri 70 anni di storia. Mancano ormai solo 2 giorni e oggi è il turno della sezione My Samp, che ha il compito di raccontare la storia blucerchiata attraverso le voci dei suoi protagonisti.

Impossibile dimenticare Gianluca Vialli, pezzo di storia di questo club e grande campione, che insieme a Roberto Mancini formò la mitica coppia d’attacco della Sampd’oro: «La Sampdoria è una cosa che ti entra dentro, e quindi è anche difficile andarsene. Chiaro, la vita a volte ti porta a dovertene andare, ma vedo che c’è gente che è nata, cresciuta e morirà qua alla Sampdoria, e credo che sia una cosa molto bella. C’è un grande senso di appartenenza, di amore per la squadra e per la società, aldilà dei risultati e dei i cicli di successo. La Samp ti entra nel DNA. Noi andavamo a letto con il pigiama della Sampdoria – racconta ai microfoni di SampTV – al mattino mi alzavo alle 9,55, uscivo di casa alle 10,05 in tuta senza calze, perchè il clima di Nervi e Bogliasco te lo permetteva anche in inverno, e mentre ero per strada mi ripetevo: “Ma come si fa a non aver voglia di andare ad allenamento qui?”. E’ un posto che mi ha sempre ispirato molto, e questo valeva anche per i miei compagni di squadra, dove vivere e fare calcio è un grande privilegio».

Condividi
Articolo precedente
Serie A 2016/17: le prime due giornate in notturna
Prossimo articolo
Il Bassano scalda i motori: domani amichevole in attesa della Samp