Ag. Matulevicius: «Inter e Juve su di lui? Vogliamo la continuità con la Samp»

© foto www.imagephotoagency.it

Diciotto anni da compiere domani, 182cm di altezza, fisico possente e personalità da vendere: Giedrius Matulevicius all’età di 15 anni poteva già vantare alcune presenze nella massima serie lituana e ora, in Italia da tre anni, è uno dei perni della Primavera guidata da Francesco Pedone.

Arrivato a Parma nel 2013 con la pesante nomea di “Xabi Alonso lituano”, il talento di Marijanpole non ha tardato a confermare le aspettative che si erano create su di lui: nato come centrocampista d’interdizione ma spesso adattato dal mister blucerchiato come centrale della difesa a tre, Matulevicius non sfigura mai e difende, corre, gioca la palla con entrambi i piedi, ma soprattutto costruisce gioco. Proprio per la sua duttilità e le sue doti da “regista aggiunto”, il classe ’97 ha attirato a sè le attenzioni di grandi club del panorama italiano, come Inter e Juventus, sempre in prima linea per quanto riguarda il settore giovanile.

Ulisse Savini, il suo agente, non sembra però dare molto peso a queste voci ma, anzi, a voler continuare l’avventura all’ombra della Lanterna: «Il giocatore è arrivato alla Sampdoria dopo il fallimento del Parma tramite il club lituano Svyturys – rivela a calciomercato.com ma ha già firmato un contratto professionistico di tre anni che entrerà in essere al momento del riscatto che siamo certi arriverà. Inter e Juve su di lui?  Aveva fatto dei provini quando era arrivato in Italia. Ora è normale che il giocatore sia spesso osservato, dato che ha grandi margini di crescita, è capitano della Nazionale Under 19 lituana e sta offrendo prestazioni importanti, ma l’obiettivo è quello di trovare continuità con la Sampdoria – conclude – club in cui si trova bene e che spesso lancia i giovani in prima squadra».

Condividi
Articolo precedente
La gioia dei Fieri Fossato: «Per sempre gialloblucerchiati»
Prossimo articolo
Primavera: i convocati di Pedone per la sfida contro il Trapani