Alvarez, Cassano, Correa: chi va e chi resta

© foto www.imagephotoagency.it

La batteria dei trequartisti della Sampdoria è ben nutrita: ai già presenti Cassano, Correa e Carbonero – che ha giocato spesso esterno ma che nasce trequartista – si è infatti aggiunto, nel mercato invernale, Alvarez. Se Montella per l’anno prossimo dovesse puntare sul 4-3-1-2 come alcune indiscrezioni affermano, ci sarebbe certamente meno spazio per questi giocatori, perciò la dirigenza si trova nella condizione di fare delle scelte.

Posto che se il ginocchio operato dovesse reggere Carbonero sarebbe molto probilmente riscattato per la sua ecletticità tattica, il problema, secondo quanto sostenuto da Il Secolo XIX, riguarda soprattutto Alvarez e Cassano. Sì, perchè su Correa, costato 7,5 milioni, la Sampdoria punta ancora molto, e la scorsa stagione, nella quale l’argentino alle ombre ha alternato luci che alimentano la speranza di un investimento azzeccato, sembra sicuro della permanenza a Genova.

Per quanto riguarda Alvarez, Ricky Maravilla si è preso un po’ di tempo dopo la proposta della Sampdoria di dimezzare le cifre del suo contratto triennale: avrebbe dovuto guadagnare 1,1 milioni a stagione, la società ora gli propone un ingaggio da 550.000 euro annui. Se comunque per lui non dovessero arrivare offerte economicamente più sostanziose, l’argentino rimarrà in riviera, stante anche il fatto che la sua famiglia si è trovata molto bene in Liguria.

Capitolo Cassano: Fantantonio si sta allenando per farsi trovare pronto la prossima stagione, ma l’indiziato principale per lasciare la Samp è proprio il 99: la società, in sintonia con Montella, vuole valorizzare i propri giovani, e Cassano potrebbe togliere spazio sia a Correa che a Muriel. Se il barese non dovesse accettare un ruolo da comprimario, le possibilità che possa cambiare casacca sono alte.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria, servono almeno tre rinforzi: la situazione
Prossimo articolo
Piace anche Budimir per l’attacco