Alvarez: «Volevo rimanere, è stato facile trovare l’accordo»

© foto www.imagephotoagency.it

Arrivato a gennaio in prova e poi confermato in squadra da mister Montella, Ricky Alvarez è rinato con la maglia della Sampdoria. Dopo gli infortuni e le problematiche tra Inter e Sunderland, in blucerchiato ha trovato serenità e continuità in campo.  

Prima di incominciare la seduta pomeridiana a Ponte di Legno, Alvarez è stato intercettato dai microfoni di Premium Sport: «Obiettivi? Prima di tutto fare un buon ritiro, che è la base per fare una bella stagione. Stiamo pensando a questo, a lavorare bene durante queste due settimane, poi a metabolizzare le idee del mister».

L’argentino, scaduto il suo mini-contratto a fine giugno, ha accettato la proposta della Sampdoria e ha da poco rinnovato col club firmando un triennale a cifre ridotte: «Appena arrivato qua mi son trovato subito bene, sia io che la famiglia, quindi volevo rimanere e ci abbiamo messo poco a trovare un accordo con la società».

Mister Giampaolo giocherà presumibilmente col 4-3-1-2, e Ricky Maravilla potrebbe avere un ruolo centrale in questo sistema di gioco: «E’ ancora presto per parlare di questo. Come ho già detto, pensiamo a lavorare bene qua per poi portare in campo le idee del mister, al di là dei ruoli e dei giocatori. Giampaolo è un allenatore che lavora molto bene, lo ha già dimostrato, ha le sue idee di gioco e sta cercando di trasmettercele».

Nonostante il calciomercato sia iniziato da poco, la squadra può già vantare un bel gruppo formato da giovani promettenti e ottimi giocatori esperti: «Sì, ci sono giocatori di qualità e anche giovani forti. Vogliamo provare a fare una bella squadra che funzioni bene, che poi è quello che serve in campo: possiamo avere i giocatori buoni – spiega – ma se poi non giochiamo di squadra non serve a nulla».

Condividi
Articolo precedente
Soriano: «Contento di essere ancora qui. Europei? Ci sono rimasto male»
Prossimo articolo
UFFICIALE – Lulic in prestito con diritto di riscatto all’Osijek