Atalanta e Udinese, lotta retrocessione e panchine a rischio

© foto www.imagephotoagency.it

Ci sono panchine che se prima scricchiolavano adesso traballano, squadre che si allontanano dalla lotta salvezza, altre che ci piombano dentro prepotentemente. Per Udinese e Atalanta non è stato un weekend positivo, due sconfitte rimediate contro Roma e Lazio che inguaiano le posizioni di Edy Reja da un lato e Colantuono dall’altra parte. 

 

Percorso inverso a quello della Sampdoria che allunga con ieri la sua striscia positiva di risultati: il pareggio contro l’Empoli in trasferta può essere considerato un buon punto visto poi l’impegno casalingo contro il Chievo che può, se affrontato con la giusta concentrazione, portare altri tre punti nelle sacche blucerchiate. Per Atalanta e Udinese invece la situazione si complica e le panchine scottano.

 

Reja e Colantuono rischiano, lo sanno, l’Atalanta non vince da quattordici partite e la zona retrocessione è solo a quattro punti. Per l’Udinese invece è la quarta partita su cinque dove non arrivano i punti, la società valuta la possibilità di esonerare l’allenatore per affrontare la parte finale del campionato con un altro tecnico: si fanno già i primi nomi: Calori, il più favorito tra gli ex, seguono Di Canio, Bertotto e Walem come riporta SkySport. Futuro quantomai incerto per entrambi, seppur una vera alternativa a Reja non sembra esserci, ma non è così scontato che li vedremo sulle loro panchine già dal prossimo match.

Condividi
Articolo precedente
Verso Samp – Chievo, ripresa immediata per i ragazzi di Maran
Prossimo articolo
Verso Samp – Chievo: ridurre i passaggi sbagliati ed essere più concreti