Baldé, due gol per stregare Giampaolo: il sogno è un futuro in prima squadra

Baldé Sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Ibourahima Baldé, una prestazione positiva e due gol contro il Sellero Novelle: l’attaccante vuole convincere mister Giampaolo a puntare su di lui

Buona la prima per la Sampdoria, che nella prima amichevole stagionale liquida gli avversari del Sellero Novelle per 11-0. Attaccanti scatenati, con Quagliarella, Caprari, Bonazzoli e Baldé sugli scudi. In particolare, oltre all’ottima intesa che sembra già esserci fra il numero 27 e l’ex Pescara, che hanno iniziato la partita in qualità di coppia titolare, ha sorpreso anche la prestazione di Ibourahima Baldé, subentrato, insieme a Bonazzoli, ai due compagni nel secondo tempo e autore di una prestazione positiva, condita da due reti. Baldé – classe ’99, giova ricordarlo – è stato inserito nell’elenco dei convocati per il ritiro di Ponte di Legno come quarto attaccante – Kownacki si è aggiunto in seguito – per volontà di mister Giampaolo, che ha voluto valutare le sue capacità prima di affidarlo nuovamente alla Primavera per la prossima stagione.

Non è la prima volta, però, che il mister blucerchiato si interessa all’attaccante che lo scorso anno ha trascinato i ragazzi di Pedone alle Final Eight: già a marzo, infatti, Baldé aveva esordito in prima squadra – seppur in amichevole contro il Lugano -, sintomo del fatto che Giampaolo, da sempre attento ai giovani, aveva già posato gli occhi sul ragazzo da tempo. La buona prova di ieri contro il Sellero potrebbe aver aumentato ulteriormente l’interesse e la stima del mister nei confronti dell’attaccante, che nel corso del ritiro tenterà certamente di convincere l’allenatore a puntare su di lui: difficile pensare ad un ruolo da protagonista in prima squadra – anche se il caso di Pedro Pereira testimonia il contrario -, più facile pensare ad un ruolo da quinto attaccante, che possa magari far la spola fra la prima squadra e la Primavera il prossimo anno. La risposta a questo interrogativo è nelle mani – meglio, nei piedi e nella testa – del giovane bomber, che alla costanza negli allenamenti dovrà far seguire anche le prestazioni sul campo, come accaduto questo pomeriggio. La decisione finale, poi, spetterà come sempre a mister Giampaolo, che ha già comunque dimostrato di vederci lungo quando si tratta di giovani promesse.

Condividi
Articolo precedente
praet sampdoriaPraet, esperimento davanti alla difesa: Giampaolo ha in mente qualcosa?
Prossimo articolo
Meré SampdoriaMeré saluta la Sampdoria: è diretto al Malaga