Bellucci insegue le Final Eight: «Palermo squadra difficile, ma vogliamo coronare il sogno»

bellucci cappelletti sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Mancano tre giorni alla partita che deciderà le sorti della Sampdoria Under 17 nel campionato di categoria. Dopo la vittoria per 3-0 sul Bari, ora i ragazzi di Claudio Bellucci dovranno affrontare l’ultimo ostacolo prima di riuscire ad accedere alle Fasi Finali del torneo: la trasferta contro il Palermo, in programma alle 15 di domenica.

Lo stesso mister blucerchiato, intervenuto ai microfoni di SampTV, è ritornato sul passaggio del primo turno eliminatorio dei playoff: «Contro il Bari era una sfida importantissima, ma i ragazzi l’hanno affrontata al meglio, soffrendo tutti insieme perché all’inizio dovevamo ancora entrare in partita, ma il secondo tempo abbiamo fatto il nostro risultato meritandocelo sul campo».

Dal punto di vista psicologico, la prossima sfida contro i siciliani non sarà facile: «Ora i ragazzi sono sotto pressione sotto tutti i punti di vista, perché genitori e professori chiedono giustamente risultati scolastici. Noi chiediamo tanto a livello calcistico soprattutto durante la settimana, poi se i ragazzi migliorano e fanno quello che gli si chiede siamo già contenti così. Ci giochiamo un bel pezzo di stagione, questo era il loro obiettivo e quello della società. Sarà una partita molto importante, anche se siamo stanchi recupereremo le energie perché ci teniamo tutti a far bella figura. Poi fare la trasferta il giorno prima, come le squadre grandi, per loro è sempre un’esperienza in più». 

Una battuta, poi, sul valore degli avversari: «Il Palermo è una squadra difficile e che conosciamo poco, ha giocato in un altro girone, ma è anche bello scontrarsi con culture calcistiche diverse. Sappiamo che la gente là è calda, ci tiene al risultato, noi ci teniamo ma vogliamo anche far crescere tanto i nostri ragazzi».

Se contro i rosanero dovesse arrivare una vittoria, la Samp accederebbe alle Fasi Finali e potrebbe andarsi a giocare lo Scudetto di categoria. Un traguardo decisamente importante: «Noi siamo pronti, perché vogliamo passare il turno e accedere alle Final Eight. Siamo entrati nelle prime dieci in Italia, ora vogliamo arrivare nelle prime otto e poi coronare il sogno che inseguiamo da inizio stagione».

Condividi
Articolo precedente
2015/2016, il pagellone: Milan Skriniar
Prossimo articolo
di natale quagliarellaDi Natale: «Quando Pozzo chiedeva un giocatore, dicevo sempre Quagliarella»