Brocchi: «Volevo una squadra che facesse quello che gli avevo detto»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico del Milan, Christian Brocchi, commenta in conferenza stampa: «Ho avuto delle sensazioni ottime anche prima della partita ed ero molto tranquillo. Volevo vedere una squadra che provasse a fare quello che gli avevo chiesto durante la settimana e che mi dasse le sensazioni che gli avevo detto. Il Milan deve lavorare sulla consapevolezza di avere gli strumenti per ambire ai traguardi importanti. Questo è un gruppo che ha qualcosa di importante che non riesce a tirarlo fuori al cento per cento. Il gruppo deve credere in quello che fa. Sono stracontento di Balotelli, ha avuto un atteggiamento importante, come quello di Carlos che ha aiutato la squadra. Bonaventura che si è dato da fare, i centrocampisti che hanno lotatto, i difensori che hanno dato tutto. Un atteggiamento di squadra davvero importante. Il ruolo di trequarti non deve essere il ruolo del classico fantasista che cerca il numero e la superiorità numerica, deve sapersi muovere su tutto l’attacco e ha fatto bene Bonaventura, insieme a Balotelli e Bacca. Credo che Berlusconi sia contento per una squadra che ha lottato dal primo all’ultimo minuto. La Sampdoria è un’ottima squadra nonostante in classifica non sia messa molto bene e con un signor allenatore che stimo da diversi anni. Le qualità di Quagliarella mettono in difficoltà qualsiasi difensore perchè è molto bravo ad attaccare la profondità al momento giusto, alcune situazioni difensive potevano essere lette meglio e altre sono state lette in maniera ottimanale, quando la squadra si abbassa diventa difficile gestire la difesa».

Condividi
Articolo precedente
Soriano: «Teniamo la testa libera e pensiamo subito al Sassuolo»
Prossimo articolo
balotelli sampdoriaBalotelli: «Dopo mesi ora sto meglio. Vittoria anche di Mihajlovic»