Buchel: «Contro la Samp partita tecnica e ignorante»

© foto www.imagephotoagency.it

Empoli e Sampdoria si avvicinano all’esordio in campionato. Ambo le formazioni sono ancora in fase di rodaggio in questo finale di calciomercato e sono protagoniste di diversi stravolgimenti, nonostante abbiano dimostrato una buona solidità in campo durante l’impegno in Tim Cup rispettivamente contro Vicenza e Bassano.

 

In casa azzurra, pochi giorni, fa sono arrivati Skorupski e Veseli, ma Marcel Buchel pensa che la squadra possa amalgamarsi bene con il trascorrere dei giorni: «Credo che la squadra stia bene, lo abbiamo dimostrato anche nella partita di Coppa Italia. Dobbiamo però scordarci di quella partita e non pensare che siamo bravi. Solo così possiamo portare a casa una vittoria che sarebbe davvero fondamentale. Giocheremo entrambe con lo stesso modulo. Giochiamo un calcio simile ma l’Empoli schiera lo stesso modulo ormai da tempo e ciò potrebbe rappresentare un vantaggio per noi. In questo sport però non si può dare nulla per scontato e il modulo conta il giusto, così l’unico modo per portare a casa risultato pieno è giocare al meglio delle nostre possibilità. Sarà una partita tecnica ma allo stesso tempo ignorante, dovremo stare attentissimi».

 

Domenica sera tornerà al “Castellani” Marco Giampaolo: «Fa molto piacere ritrovare il mister, però come già detto da alcuni miei compagni in settimana adesso è solo un amico. Adesso abbiamo Martusciello come allenatore e noi dobbiamo pensare solo al presente e al futuro. L’anno scorso è stata un’esperienza bellissima ma ormai è il passato e non bisogna pensarci. Loro hanno cambiato molto rispetto allo scorso anno – continua il centrocampista ai microfoni di pianetaempoli.it -, ma hanno singoli molti forti. In attacco hanno calciatori che fanno la differenza se stanno bene e noi dobbiamo lasciargli poco spazio. Con le nostre qualità possiamo metterli in difficoltà».

Condividi
Articolo precedente
Empoli-Samp: arbitra Mariani
Prossimo articolo
Under 17 al via: le parole dei protagonisti