Quando fare il buono non paga: Osti derubato

Osti Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Il ds della Sampdoria Carlo Osti vittima di furto: vetro della macchina spaccato e cellulare rubato

Un anno decisamente ricco di episodi particolari, per Carlo Osti. Il direttore sportivo della Sampdoria, che a maggio si era reso protagonista dell’arresto di uno spacciatore nel centro di Piacenza, è passato nel giro di pochi mesi dal ruolo di chi ferma il crimine a quello di chi lo subisce: nella stessa città emiliana, infatti, domenica il direttore sportivo blucerchiato è stato vittima di un furto. Un ladro ha spaccato il finestrino del suo BMW X3 e ha rubato sia la borsa, posata sul sedile posteriore del veicolo, che lo smartphone, infilato nella tasca della portiera lato guidatore. A far preoccupare Osti non è tanto il danno economico, quanto la preziosissima rubrica contenuta nella memoria del cellulare: i numeri e i contatti mail sono stati recuperati – grazie alla copia conservata sull’IPad personale -, ma l’augurio è quello che il ladro abbia gettato via immediatamente la SIM, senza curarsi di tutti i numeri di telefono salvati. Almeno le chiavi di casa e una maglia tecnica da corsa – regalo dell’amico e collega Paolo Viganò, direttore della comunicazione della Sampdoria – sono state risparmiate.

Condividi
Articolo precedente
DjuricicDjuricic, aria di addio? L’annuncio arriva da Twitter
Prossimo articolo
Muriel SampdoriaLa Champions League parla blucerchiato: Muriel-Correa show a Liverpool