Calcio spezzatino: la nuova proposta della Lega Calcio

calcio spezzatino
© foto www.imagephotoagency.it

Le prossime stagioni potrebbero cambiare drasticamente a livello di orario: ecco come la Lega Serie A sta pensando di cambiare il campionato

La tradizione della Serie A vuole che il campionato si giochi di domenica alle ore 15. La modernità, le competizioni internazionali hanno portato alcune gare a spostarsi al sabato sera con l’anticipo delle ore 18 e quello delle 20.45. In tempi ancora più recenti sono stati introdotti sia il lunch match delle 12.30 di domenica che il monday night di lunedì sera, in particolare per le squadre che giocano al giovedì sera in Europa League o la Coppa Italia. Un campionato sempre più spezzattato e difficile da seguire allo stadio ma che televisivamente riesce a coprire praticamente ogni orario del weekend, l’ideale se lo si segue da casa, un po’ meno se la passione la si porta fino a bordo campo per seguire la propria squadra con tutti i disguidi che una trasferta ad orari non consueti porta. E la situazione potrebbe ulteriormente peggiorare: l’ultima comunicazione sugli anticipi e posticipi che ha coinvolto anche tre gare della Sampdoria ha visto il Derby di Milano spostarsi alle 12.30 del sabato. Una novità assoluta, l’anticipo massimo e applicato solo alle squadre che giocano in Champions League è di solito la sera del venerdì per avere un giorno in più di recupero, al sabato vengono generalmente anticipate alle 15.00 gare dall’alto rischio per la sicurezza come Roma-Napoli ma il motivo di questo spostamento è molto semplice: quell’orario è ideale per il mercato televisivo cinese, e con le due formazioni di proprietà quasi del tutto orientale (closing del Milan permettendo, ndr.) gli ascolti saranno quasi sicuramente importantissimi.

CALCIO SPEZZATINO: LA PROPOSTA DELLA LEGA – È solo il primo passo per quella che potrebbe diventare consuetudine, e infatti la Lega Calcio sta pensando di spezzettare completamente il campionato di Serie A, con una gara per ogni fascia oraria. Le prossime stagioni potrebbero quindi vedere giornate che iniziano la sera del venerdì e finiscono la sera del lunedì con partite alle 12.30, 15.00, 18.00 e 20.45 del sabato e gli stessi orari per la domenica. Una rivoluzione che potrebbe cambiare anche tante abitudini festive, con l’apertura al Boxing Day (il 26 dicembre, ndr.) e al primo dell’anno, che sono una tradizione della Premier League e che in Italia da qualche stagione sta dando buoni riscontri col campionato di Serie B.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria-Juventus, le designazioni arbitrali per il match
Prossimo articolo
fusiSamp-Juve, il doppio ex Fusi: «Sfida fra squadre in salute, Doria a viso aperto»