Inaugurazione Casa Samp: la fotogallery dell’evento e le voci dei protagonisti

Casa Samp
© foto www.imagephotoagency.it

L’inaugurazione di Casa Samp in diretta live – La presentazione ai media della nuova residenza per l’Academy, terminati tutti i lavori

È giunto il grande giorno. Oggi verrà inaugurata Casa Samp, il complesso residenziale di via Privata delle Camelie 7-8-9, a Bogliasco, che offrirà a circa 40 ragazzi dell’Academy blucerchiata la possibilità di alloggiare vicino al campo di allenamento. Saranno presenti il presidente Massimo Ferrero, i dirigenti Antonio Romei, Daniele Pradè e Carlo Osti, una delegazione della prima squadra capitanata dal tecnico Marco Giampaolo, il responsabile del settore giovanile Giovanni Invernizzi e il direttore sportivo Riccardo Pecini. La lista dei politici è composta dal ministro dello Sport Luca Lotti, l’assessore regionale allo Sport Ilaria Cavo, il sindaco di Genova Marco Doria e il primo cittadino di Bogliasco Gianluigi Brisca.

Inaugurazione Casa Samp: la diretta live dell’evento

Ore 13.25 – Si conclude ufficialmente l’evento. Adesso spazio a un tour della residenza.

Ore 13.11 – Massimo Ferrero torna sul palco e ringrazia nuovamente tutti, visibilmente commosso: «Sono venuto qui per aiutare la Samp a crescere, ho fatto di tutto per questa gloriosa società. Questi sono i colori più belli del mondo, ho realizzato fatti e non parole. Grazie all’aiuto di tutte le persone che sono qui ho costruito questo sogno per i ragazzi, non per me stesso. Sono davvero emozionato, da figlio perché i miei genitori sarebbero stati fieri di me. Senza scopo né lucro indirizziamo i ragazzi del domani. La storia siamo noi, ce la possiamo fare».

Ore 13.09 – Sale sul palco Vanessa Ferrero, vice-presidente della società: «Sono orgogliosa di mio padre e di far parte della Sampdoria».

Ore 13.04 – Microfono in mano per l’ex primo cittadino bogliaschino Luca Pastorino: «Ferrero mi parlo all’epoca delle sue intenzioni, voleva perfino metterci il cinema. Dopo dieci minuti, mi ritrovai sul sito della Sampdoria abbracciato a lui, capii che avrei fatto ciò che mi avrebbe chiesto. Da cittadino bogliaschino, sono molto orgoglioso del rapporto con la società, posso garantire che sussistono le condizioni ottimali per continuare a promuovere lo sport e quei valori legati all’economia del territorio che qualsiasi amministrazione ha cerato di portare avanti con successo».

Ore 13.00 – Da collega a collega. Parola al sindaco di Bogliasco Gianluigi Brisca: «Non posso che fare le mie più vive congratulazioni a tutta la Sampdoria. Voglio porgere un benvenuto nel nsotro comune ai giocatori delle leve minori, che vivranno contemporaneamente in un ambiente paesaggisticamente rinomato, favorevole all’attività sportiva. Un paese accogliente, la conferma arriva da questa nuova sede del centro sportivo. Vi accogliamo a braccia aperte, spero che i blucerchiati accolgano noi allo stesso modo».

Ore 12.55 – Inevitabile l’intervento del sindaco di Genova Marco Doria«Siamo in una struttura di una società sportiva. Parlare di struttura è importante, entrambe le società genovesi stanno collaborando a gestire lo stadio, il più bello d’Italia in stile britannico. Questo progetto riguarda non solo lo sport, ma anche i valori umani. Chiudo con una osservazione: la prima volta che il dottor Garrone mi presentò Ferrero, io ebbi l’occasione di parlare a entrambi e feci due commenti al nuovo arrivato. Intanto gli dissi che si assumeva una bella responsabilità, poi citai due elementi il Ravano, impegno che la società aveva deciso di intitolare al grande presidente Paolo, e il campionato della sportività. La Sampdoria da questo punto di vista ha un primato da difendere, dovuto ai grandi presidenti del passato che hanno dato uno stile alla società. Ferrero all’inizio sembrava un ufo, poi è migliorato nella conoscenza del calcio».

Ore 12.50 – Giorgio Bottaro, responsabile organizzativo FIGC Club Italia: «Porto i saluti del presidente e affermo che la federazione gioca di sponda sul futuro di questi ragazzi. Diamo input per sviluppare il calcio giovanile, costruire una casa è sintomo di un progetto che va oltre il risultato sportivo domenicale. Sicuramente questi ragazzi vanno aiutati a crescere e noi dobbiamo portare avanti etica e supporto, valori fondamentali».

Ore 12.47 – Antonio Micillo, presidente del CONI Liguria: «Sono veramente onorato di essere qui a rappresentare Malagò, che era impegnato fuori città. Sarei venuto comunque perché questi sono i colori più belli del mondo e sono quelli del mio cuore. Ho apprezzato l’intervento dell’avvocato Romei, che ha sottolineato la bellezza di dare una cultura sportiva che un po’ manca nel nostro paese. Lo studio è importante e chi non riesce a sfondare nel mondo del calcio è giusto che si formi e trovi un’altra strada: questo è un luogo protetto di formazione dei giovani».

Ore 12.43 – Paolo D’Alessio, commissario straordinario dell’Istituto per il Credito Sportivo: «Noi siamo il partner economico, la banca. Abbiamo trovato un management ideale, abbiamo trovato questa prima struttura, e il settore dei giovani può dare un contributo importante economicamente. Stiamo programmando altre cose per il centro sportivo di Bogliasco e lo stadio, vogliamo realizzare nuovi impianti sportivi e metterci alla pari con le altre realtà sportive».

Ore 12.38 – È il turno dell’avvocato Antonio Romei: «Sono orgoglioso, ringrazio tutti. Il primo ringraziamento va a lui, il presidente Ferrero, che ha creduto nel progetto. Grazie alle imprese e alle persone della Samp che hanno lavorato ogni giorno, a Liso, Bucci e Bruzzese, tre persone che si sono dedicate a questo progetto. Siamo contenti e orgogliosi per questa cosa importante che segnerà il futuro della Sampdoria. Stiamo investendo nella formazione dei ragazzi, dobbiamo dare loro un futuro. È il nostro impegno di padri: Casa Samp sarà impegnativo, dovremo dare ai giovani tutto il resto, non solo una casa. Dare i valori essenziali del calcio a questi ragazzi, il senso di squadra. Le nostre squadre devono essere coraggiose, vogliamo formare il talento sportivo e siamo tutti indirizzati verso questo obiettivo sportivo. È un ambiente sereno, lo si vede da cosa abbiamo vissuto lunedì sera con 5000 persone che hanno tifato per la Primavera. Noi vinceremo ogni volta che un ragazzo, passato da qui, diventirà un campione o un professionista».

Ore 12.33 – Risponde il ministro Luca Lotti: «Ringrazio innanzitutto per l’invito. Sono contento perché il credito sportivo ci ha permesso di credere in un progetto importante e investire nei sogni dei ragazzi. Significa investire nel nostro futuro. È una fortuna incredibile e auguro a tutti loro di avere carriere incredibili. Questi sono i messaggi vincenti dello sport».

Ore 12.29 – Spazio a Massimo Ferrero: «Siamo onorati che il ministro Lotti sia qui. Questo suo lavoro porterà risultati, noi siamo a mezzo percorso e dobbiamo proseguire su questa strada».

Ore 12.27 – Interviene il centrocampista della Primavera Andrea Tessiore: «La Sampdoria è casa mia da tanti anni e sono onorato di essere qui».

Ore 12.23 – Nel frattempo, sono arrivati anche Emiliano Viviano, il sindaco Marco Doria e una delegazione del Settore Giovanile blucerchiato

Ore 12.19 – Prende la parola la conduttrice Marina Presello, giornalista Sky: «La struttura è composta di due palazzine di 1900 metri quadri, complessivamente si contano 27 stanze con mensa, salottini e vista mare. Chi arriva dall’estero o non è originario della Liguria, alloggerà in questa residenza e sarà seguito sia a scuola sia nell’alimentazione. La struttura personalizzata rappresenta un grosso investimento da parte del presidente Ferrero, anche in termini umani dato che dieci tutor saranno sempre presenti a garantire la più regolare conduzione della vita quotidiana. Al suo interno, ci sono inoltre le gigantografie di Puggioni e Regini».

Ore 12.10 – Continua l’affluenza di persone illustri: ecco Don Grilli, parroco di Bogliasco, Riccardo Pecini, Claudio Bellucci e Giovanni Invernizzi

Ore 12.02 – Gli invitati stanno per prendere posto. Si intravedono Edoardo Garrone e Ciccio Pedone, impegnato domenica contro il Torino nella finale play off

Ore 11.59 – Fanno il loro ingresso Vasco Regini, Angelo Palombo, Fabio Quagliarella e Christian Puggioni. Non poteva mancare la presenza di Francesca Mantovani

Ore 11.56 – È arrivato anche l’allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo, seguito dal giovane blucerchiato Michal Tomic

Ore 11.28 – È arrivato il presidente Massimo Ferrero

È tutto pronto per la cerimonia di inaugurazione di Casa Samp. L’ambiente blucerchiato freme dalla voglia di conoscere quello che sarà l’alloggio dei giovani dell’Academy: due edifici circondati da un giardino, vista sul mare mozzafiato e un’impeccabile organizzazione dell’evento con tanto di palco e aree riservate. La residenza è collegata al campo tramite un ascensore.

Inaugurazione Casa Samp, il programma del 25 maggio: intervento istituzioni e autorità, tour degli alloggi e incontro con i media

Poco meno di un anno fa la Sampdoria era col suo stato maggiore in un’aula del CONI per discutere coi piani alti dello sport italiano della possibilità di costruire a Bogliasco una residenza per i ragazzi del settore giovanile, un punto di riferimento per i giovani genovesi e non nel quale vivere e al contempo crescere e allenarsi coi colori più belli del mondo addosso. Il progetto venne approvato e nel corso dell’anno appena trascorso i lavori sono proseguiti a ritmo serrato, tanto che fra due giorni, il prossimo 25 maggio, si terrà l’inaugurazione dello stabile e di tutta l’area, con una grande festa. Queste le parole dei protagonisti della costruzione, a partire dal cavalier Giuseppe Corti, proprietario iniziale del terreno: «Siamo una famiglia di imprenditori che lavora da 50 anni sulla riviera ligure. Bogliasco è una posizione strategica da tanti punti di vista e quando visitai il terreno per la prima volta vidi che era vicino a dove si allenava la Sampdoria e mi son detto “in futuro la società potrebbe interessarsi” e così è stato». 

A capo dei lavori l’architetto Remo De Giorgi, che ha così commentato a SampTV lo sviluppo del progetto: «Questo sogno è diventato una splendida realtà: un anno fa è stato presentato al CONI e la realizzazione è stata rapida, oggi ci troviamo questa residenza che è una grande casa per 40-45 ragazzi che coltivano il sogno della loro vita. L’edificio si colloca su un’area di 3000 metri quadri di aree esterne e che sviluppa 2000 metri quadri di spazi coperti. Ci sono ampi spazi giardino, garage per le macchine al piano interrato, spazi per socializzare e tutto quello che serve ai ragazzi, la definisco una grande casa per la grande famiglia Samp». L’inaugurazione di Casa Samp inizierà alle ore 12 con l’intervento di istituzioni e autorità, successivamente ci sarà un tour tra gli alloggi per scoprire le bellezze del complesso residenziale, infine l’incontro con i media fissato per le ore 12.45.

Condividi
Articolo precedente
sampdoria muriel quagliarellaSerie A da record, mai così tanti in doppia cifra!
Prossimo articolo
ferrero sampdoriaFerrero: «La Sampdoria non è in vendita»