Cassano: ipotesi Entella o Spezia, anche se lui vuole la Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Cassano ha sempre diviso i pareri di tutti: tenerlo, non tenerlo, può essere utile alla causa oppure no? Una cosa su cui però si può dire di essere tutti d’accordo è che il talento di Antonio Cassano non lo si trova facilmente a buon mercato e il buon Antonio può risolverti le partite con le sue magie e la sua visione di gioco. In poche parole, uno come Cassano è sempre meglio averlo. Però sembra che il destino di Fantantonio non sia legato alla Sampdoria nel futuro: abbiamo già raccontato che Ferrero gli aveva proposto un ruolo dirigenziale, ma lui è ancora un calciatore e quello è il suo mestiere.

L’ipotesi di un secondo addio, che noi ovviamente scongiuriamo, passa anche attraverso il trovare una destinazione che soprattutto sia gradita al giocatore e al momento le due opzioni più realistiche, per restare in Liguria dove Antonio ha costruito la sua famiglia, sarebbe quella di cambiare categoria, di scendere in Serie B, accasandosi all’Entella o nello Spezia. La priorità di Antonio Cassano resta la Sampdoria, nella speranza che ci sia ancora modo di vestire la maglia blucerchiata e non si debba intraprendere la strada della risoluzione consensuale del contratto. Sicuramente all’estero avrebbe la possibilità di prendere anche ingaggi ben superiori ma la volontà del giocatore è legata a doppio filo con la Sampdoria e il voler restare vicino alla famiglia.

Condividi
Articolo precedente
Lulic, oggi la firma per l’Osijek: i dettagli
Prossimo articolo
Muriel alternativa a Ljajic per il Torino