Cassano: «O Serie A o sto a casa. Con le pippe che ci sono…»

cassano
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex fantasista della Sampdoria Antonio Cassano svela il suo futuro: «Voglio rimanere in Serie A, altrimenti sto a casa. A giugno probabilmente smetterò»

La risoluzione consensuale del contratto con la Sampdoria ha definitivamente chiuso la sua seconda e sfortunata avventura in blucerchiato, ma Antonio Cassano non ha ancora deciso di appendere gli scarpini al chiodo. Sente ancora di poter dare tanto al calcio italiano ma, come si evince dalle parole rilasciate ai microfoni di Valerio Staffelli, inviato di Striscia la Notizia che gli ha consegnato l’ennesimo “Tapiro d’oro”, il futuro del fantasista barese non sarà con la maglia della Virtus Entella: «Con le pippe che ci sono in giro, io posso giocare ancora in serie A. E voglio giocare in serie A – spiega Cassano – ma se non c’è l’opportunità rimango a casa. Ci sono grosse probabilità che a giugno finisca la mia carriera e inizi a fare il manager di mia moglie. Adesso il grano a casa lo porta lei. Non mi cerca nessuno, che devo fare? Niente Cina, Grecia o Argentina. Non voglio andare da nessuna parte – ribadisce – volevo rimanere in Italia però, ad oggi, non c’è niente».

Condividi
Articolo precedente
SampMuriel: «Firmare per la Samp la scelta migliore. Giampaolo…»
Prossimo articolo
italia roccaB Italia, un tempo per Rocca e Palumbo contro l’Under 20