Castori: «Il Carpi ha vinto meritatamente, siamo in corsa per salvarci»

© foto www.imagephotoagency.it

Rispetto all’inizio del campionato, quando Verona, Frosinone e Carpi sembravano le candidate più facili per la retrocessione, adesso la situazione è quantomeno cambiata. Il Verona, è vero, naviga ancora in pessime acque, ma Carpi e Frosinone venderanno cara la pelle in questo girone di ritorno. Fondamentale quindi non sottovalutare l’avversario.

Questo sarà il compito della Sampdoria nel prossimo match, i blucerchiati infatti incontreranno il Carpi di Castori, reduce dalla vittoria contro l’Udinese. È anche vero che la squadra bianconera si è svegliata in ritardo, ma il valore della vittoria della squadra di Mister Castori è innegabile. Il Mister, ritornato saldo al timone della sua squadra, ha commentato così la vittoria: «Ho sempre creduto in questi ragazzi, nella forza di questa squadra e nel valore del gruppo. Il Carpi è una squadra vera che ha vinto con margine il campionato di Serie B e che ripartendo dallo stesso organico, creando affiatamento e facendo crescere i giovani, può giocarsi la salvezza. Non abbiamo fatto ancora niente ma abbiamo ritrovato un’identità e una giusta dimensione. Questi risultati mi rendono felice. Siamo cresciuti dal punto di vista delle prestazioni nell’ultimo periodo, questa vittoria ci rimette in corsa per la salvezza e ci dà autostima» come riporta il sito ufficiale.

«Contro l’Udinese abbiamo disputato un grande primo tempo; avevamo deciso di prendere alti i nostri avversari, soprattutto sfruttando il lavoro di Lollo nella zona di Lodi e degli esterni Di Gaudio e Pasciuti. Nel secondo tempo ho cambiato il nostro regista Bianco per una punta come Lasagna che sa attaccare la profondità ed è stato decisivo all’azione del raddoppio. Abbiamo soprattutto vinto con merito. Tutti hanno lottato con grande determinazione per conquistare un bellissimo successo che porta anche la firma di un giocatore come Pasciuti che ha realizzato un gol indimenticabile per lui e per i colori biancorossi. La sua storia è da raccontare a tutti i ragazzi che giocano a calcio soprattutto nei campionati inferiori. Con umiltà e tanta serietà si possono scalare tutte le categorie e ritagliarsi spazi e traguardi inaspettati. Lorenzo insieme a tanti altri suoi compagni che hanno scritto pagine indelebili del Carpi, sono il mio orgoglio e uniti, come succede da 50 giorni ad oggi, speriamo di poter ripagare tutti con una grande salvezza».

Condividi
Articolo precedente
Ferrero: «Eder ha rifiutato una grande offerta. Montella? Vorrei fargli un regalo»
Prossimo articolo
Lollo: «Vogliamo iniziare il girone di ritorno con un piglio diverso»