De Silvestri monitora il ginocchio: kinesiterapia per il terzino

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo quel brutto infortunio subìto in Nazionale a giugno dell’anno scorso, Lorenzo De Silvestri è stato fermo diversi mesi e ora, per evitare ulteriori problemi come già successo nel Derby di tre mesi fa, il terzino blucerchiato deve tenere spesso sotto controllo le sue condizioni, e soprattutto il completo recupero dopo l’operazione a cui è stato sottoposto.

Proprio per questo, il numero 29 si è recato oggi al centro PiùKinesi di Villa Montallegro dove, assistito dalla Dott. ssa Maite Pereira, ha effettuato una seduta di kinesiterapia. Cos’è? Beh, può essere considerata come l’arte di curare attraverso il movimento. Come spiegato dallo stesso sito della clinica genovese, “il massaggio (massoterapia), le mobilizzazioni articolari, la kinesiterapia passiva e attiva, le trazioni vertebrali, la rieducazione propiocettiva, cardiologica, respiratoria e motoria fanno tutte parte di questa disciplina”.

Per questo tipo di riabilitazione si utilizzano degli strumenti “da palestra” (tapis roulant, cyclette, stepper, ercolina polifunzionale, percorsi di deambulazione, pesi ed elastici graduati), ma i veri artefici del buon risultato funzionale della kinesiterapia sono i terapisti della riabilitazione.

Condividi
Articolo precedente
Pres. Pescara: «Anche la Sampdoria su Lapadula»
Prossimo articolo
Mihajlovic: «Esonero? Non chiedete a me. Le donne non dovrebbero parlare di calcio»