De Silvestri: «Nessuna paura di retrocedere: venuti fuori da condizioni peggiori»

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo Emiliano Viviano tocca a Lorenzo De Silvestri presentarsi dinanzi ai microfoni della stampa in mixed zone per commentare la sconfitta contro il Chievo, gara che, a fronte della vittoria del Carpi sull’Hellas, rimette in gioco la lotta per la salvezza.

«Devo dire che il pareggio sarebbe stato meritato, le occasioni nel secondo tempo ci sono state. Bizzarri è stato molto bravo, ma anche Viviano nel primo tempo. Loro sono stati bravi a fare gol nel momento migliore, noi non siamo stati bravi a fare altrettanto. non abbiamo affrontato benissimo il primo tempo, però siamo stati bravi a tener duro nel primo tempo e affrontare la ripresa in maniera pimpante. Questa stagione dobbiamo lottare, nel secondo tempo l’abbiamo fatto, ma dobbiamo lottare ancora e ancora. Affrontiamo tutte le partite col piglio giusto come nelle ultime tre».

«Non è un fattore preoccupante aver battuto solo le piccole: i punti vanno presi ovunque, ma se li abbiamo presi con loro significa che siamo più forti di loro. Siamo amareggiati dopo oggi, sia chiaro, ma sono convinto che la squadra lotterà, così come abbiamo fatto quando eravamo a soli due punti dalla retrocessione. Se parliamo tecnicamente e tatticamente il Chievo è venuto a fare una partita d’attesa, per quanto riguarda il carattere forse quando siamo in situazioni più complesse iniziamo a dare il meglio di noi: dobbiamo sempre affrontare le partite con più grinta ed entusiasmo. Da oggi in poi lo dimostreremo sempre. Parlare poco e lavorare molto. Nessuna paura di retrocedere, perché non ci aiuta: quando eravamo messi peggio abbiamo tirato fuori gli attributi».

Condividi
Articolo precedente
Viviano: «Oggi un passo indietro. Serve più pazienza in campo»
Prossimo articolo
Qui Bogliasco: domani la ripresa degli allenamenti