La diaspora dei portieri: in tre lasciano la Sampdoria

Sampdoria portieri
© foto Mattia Bronchelli

Tre portieri lasceranno la Sampdoria prima dell’inizio della prossima stagione: Cavagnaro saluta la Primavera, Falcone e Tozzo non saranno disponibili per Giampaolo

La Sampdoria è da tempo alla ricerca di un portiere che possa sostituire l’infortunato Emiliano Viviano, almeno fino a novembre quando recupererà totalmente la forma migliore e sarà nuovamente disponibile. Christian Puggioni lotterà con il neo acquisto per un posto da titolare, mentre il giovanissimo Titas Krapikas si preoccuperà della Primavera e di svolgere pazientemente e orgogliosamente il ruolo di terzo portiere della rosa. A lasciare i colori blucerchiati nel corso dell’estate, prima dunque dell’inizio della prossima stagione, saranno tre estremi difensori. Il primo è Pietro Cavagnaro, balzato agli onori delle cronache specialmente durante le qualificazioni alle Final Eight del campionato appena trascorso, nelle quali ha saputo mostrare ogni sua dote.

Trattandosi di un fuori quota, però, la dirigenza doriana ha preferito svincolarlo da ogni legame contrattuale e permettergli di perfezionare altrove la sua crescita, senza pressioni né lontananza dalla terra d’origine. Il secondo è Wladimiro Falcone, tornato a Bogliasco nel mese di gennaio per riprendersi dalla rottura del menisco, interrompendo di conseguenza anticipatamente il prestito al Livorno. Ha rispettato le gerarchie, ma anche nel suo caso la Samp cederà alle basse richieste di altre società per cederlo a titolo definitivo: per il momento, si è fatto avanti solamente il Lugo, formazione che milita nella seconda divisione spagnola. Infine, c’è Andrea Tozzo, reduce da una deludente esperienza al Matera. Non è escluso che il portiere classe ’92 possa restare in Lega Pro, l’importante è la continuità in campo che Marco Giampaolo non è in grado di offrirgli: o il Matera lo riscatta oppure si cercherà una nuova collocazione che renda felici entrambe le parti.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria SchickSchick e Skriniar ringraziano: a breve l’addio
Prossimo articolo
RanocchiaLa gioia di perdere un derby