Lotta al match-fixing, Santoro: «Il calcio ha bisogno di credibilità»

© foto www.imagephotoagency.it

A margine del workshop tenutosi oggi a Bogliasco sul match-fixing, al quale hanno partecipato i giocatori della Sampdoria, è intervenuto il Direttore Marketing della Lega Serie A, Fabio Santoro: «E’ il secondo anno che la Lega si impegna in questa attività, l’anno scorso siamo partiti con i ragazzi delle Primavere e degli Allievi. Abbiamo scelto un partner importante come Sportradar, e da quest’anno ci affianca il Credito Sportivo».

«Il senso di questo incontro? Rendere edotti tutti dei rischi legati alla combina delle partite. Il calcio ha bisogno di credibilità – spiega a SampTV – non solo dal punto di vista etico e del fair-play, ma anche da quello economico. La storia ci insegna che ci sono numerosi sport che hanno depauperato il loro valore economico a causa di scandali legati doping o scommesse. In realtà sono delle cose che dovrebbe già sapere, ma che da ora non possono ovviamente più ignorare, questo è il messaggio».

Condividi
Articolo precedente
Lotta al match-fixing, Presilla: «I calciatori hanno il divieto di scommettere, ma a volte non ne sono consapevoli»
Prossimo articolo
Credito Sportivo, Bolis: «Appena concordato investimento per i giovani della Samp»