Diretta/Live – Serie A, Samp-Genoa 2-1: i blucerchiati tornano alla vittoria!

© foto www.imagephotoagency.it

TABELLINO

Sampdoria-Genoa 2-1, 9° giornata di Serie A TIM 2016/17
Stadio “Luigi Ferraris”, 22 ottobre 2016 – ore 18.00

Sampdoria (4-3-1-2):
Puggioni; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini (C); Barreto, Torreira (dal 30′ s.t. Palombo), Linetty; B. Fernandes (dal 21′ s.t. Alvarez); Muriel (dal 42′ s.t. Djuricic), Quagliarella.
Panchina: Tozzo; Amuzie, Eramo, Pereira, Schick, Kranjc, Praet, Cigarini, Budimir.

All. Giampaolo

Genoa (3-4-3):
Perin; Izzo, Burdisso (C), Orban (dal 14′ s.t. Munoz); Edenilson, Rincon (dal 28′ s.t. Pavoletti), M. Veloso, Laxalt; L. Rigoni, Simeone, Pandev (dal 36′ s.t. Ninkovic).
Panchina: Lamanna, Zima; Gentiletti, Cofie, Ntcham, Ocampos, Biraschi, Brivio, Fiamozzi.

All. Juric (Corradi in panchina)

Arbitro: sig. Tagliavento della sezione di Terni.
Marcatori: 12′ p.t. Muriel (S), 23′ p.t. Rigoni (G), 2′ s.t. Izzo aut. (S).
Ammoniti: 47′ p.t. Perin (G), 4′ s.t. Linetty (S), 10′ s.t. Orban (G), 22′ s.t. Laxalt (G) e Sala (S), 33′ s.t. Puggioni (S).

PARTITA

19.58 – Dopo un finale teso e con diversi giocatori esausti, arriva la vittoria! La Samp vince 2-1 e disputa un discreto secondo tempo, che legittima il successo nonostante una parte centrale di primo tempo pieno di sofferenze. I blucerchiati volano a quota 11 e tornano alla vittoria dopo quasi due mesi.

90′ – Cinque minuti di recupero e Genoa all’assalto. Veloso mette in mezzo per Ninkovic, che dal fondo mette un cross teso, che Puggioni respinge due volte. Samp alle corde, ma in ripartenza c’è molto spazio.

89′ – Colossale chance per chiuderla: su rimbalzo in area di rigore, Quagliarella ha sul mancino la palla del 3-1 da 10 metri, ma non centra neanche la porta.

88′ – Punizione per la Samp dopo fallo su Palombo; intanto Giampaolo chiama il 4-5-1.

87′ – Folle opportunità sprecata dalla Samp in contropiede: su corner, i blucerchiati ripartono in campo aperto e Djuricic serve intelligentemente un solissimo Alvarez. L’argentino però temporeggia e aspetta troppo per concludere, facendosi rimontare da Laxalt.

86′ – Finalmente arriva l’ultimo cambio: forse sarebbe dovuto uscire Quagliarella, ma l’infortunio costringe Muriel a uscire e a lasciar spazio a Djuricic, all’esordio con la Samp.

83′ – Brutte notizie per la Samp: Quagliarella chiede il cambio, Muriel si accascia e nel frattempo il Genoa gioca. Tagliavento non ferma il gioco e Pavoletti sfiora di testa il 2-2 su cross di Laxalt. Ne nasce un piccolo parapiglia, ma soprattutto il numero 9 blucerchiato sembra dover uscire in barella.

82′ – Prma vera occasione della ripresa per il Genoa: Ninkovic trova Pavoletti mentre la difesa della Samp scala male in orizzontale. Fortunatamente il suo colpo di testa è centrale per Puggioni.

81′ – Ultimo cambio per il Genoa: fuori un insufficiente Pandev, dentro Ninkovic.

78′ – Puggioni perde troppo tempo nelle operazioni di rinvio e si becca un giallo che forse si sarebbe potuto giocare più avanti nella gara.

75′ – Risponde immediatamente Giampaolo: out Torreira (apparso stanco negli ultimi minuti), dentro Palombo.

73′ – Corradi si gioca tutto: fuori Rincon, dentro Pavoletti, applaudito dai tifosi rossoblu. Probabile il passaggio a un 3-4-3 più aggressifo, con Rigoni indietreggiato sulla linea dei centrocampisti e Simeone più largo.

72′ – Silvestre a terra dopo un altro ottimo intervento: preoccupazione in casa Samp. Rinunciare al centrale di riferimento non sarbbe facile.

67′ – Un derby insolitamente tranquillo spezza il suo ritmo: calcetto di Laxalt a Sala, i due vengono a contatto. Giallo per l’uruguayano e per il terzino doriano.

66′ – Anche la Samp muove i suoi primi tasselli: fuori un ottimo Bruno Fernandes, dentro Ricky Alvarez.

58′ – Orban ancora su Muriel: troppo duro l’intervento, ma Tagliavento non se la sente di espellerlo. Corradi capisce l’antifona e opta per il primo cambio: fuori Orban, dentro Munoz.

56′ – Muriel devastante in campo aperto: servito da Quagliarella, si fa 40 metri, salta un paio di volte Burdisso e scocca un destro che Perin mette in corner.

55′ – Orban fa sentire i suoi tacchetti alle spalle di Muriel per la seconda volta: stavolta il giallo è sacrosanto per l’argentino.

53′ – Altra occasione a sorpresa per la Samp: su un rilancio della difesa blucerchiata, Burdisso è tropo morbido nel contrasto con Quagliarella, Izzo lascia andare il 27 e l’attaccante prova un lob dai 25 metri. Fuori di poco, Perin sembrava in controllo della situazione.

48′ – Giallo per Linetty: il polacco attacca in maniera veemente Rigoni nel tentativo di bloccare una ripartenza. Provvedimento inevitabile per Tagliavento.

47′ – GOL DELLA SAMP! Anzi, autogol! Sul corner seguente, Muriel si trova sulla destra e rimette in mezzo con violenza: Perin respinge, ma il pallone rimbalza su Izzo e finisce in porta, ripetendo l’episodio di Bovo di quattro anni fa.

46′ – Quagliarella prova subito a riscattarsi: altro bel pallone filtrante di Bruno Fernandes per il 27 blucerchiato, che in area incrocia con il sinistro: Perin si allunga in corner.

19.07 – SI RIPARTE PER LA RIPRESA! Nessun cambio nelle due squadre: palla alla Samp, che attaccherà con la Sud alle spalle.

19.06 – Le squadre si apprestano a rientrare in campo. Intervallo leggermente più lungo del solito quarto d’ora.

18.49 – Si chiude il primo tempo: bene la Samp nei primi 20′, poi il Genoa ha pareggiato e preso il controllo della gara. Una traversa per parte, un gol annullato al Genoa e un rigore sbagliato dai blucerchiati all’ultimo respiro del primo tempo. 45′ folli.

46′ – RIGORE SBAGLIATO! Quagliarella si presenta dagli 11 metri, ma il suo tiro non è abbastanza angolato: Perin si tuffa alla sua sinistra e cancella il possibile set-point prima dell’intervallo.

45′ – RIGORE PER LA SAMP! Bella palla in profondità per Quagliarella: Orban non può intervenire sulla traiettoria. Il 27 blucerchiato si allarga e trova le mani di Perin, che lo stende.

40′ – Gioco fermo perché la Samp sembra volere l’uso del replay per il colpo di testa di Silvestre, risolvendo il dubbio sul fatto che la palla sia entrata o meno sull’incornata dell’argentino. In realtà sembra chiaro che la palla non sia entrata, ma il Doria vuole l’uso della tecnologia.

38′ – Il ritmo cala, ma la Samp ha una super-occasione per il vantaggio: punizione di Bruno Fernandes e Silvestre stacca imperiosamente al centro dell’area. La palla incoccia la traversa e rimbalza in campo, ma Barreto non riesce a ribadire in rete. Sulla respinta, Muriel la rimette in mezzo e coglie la parte alta della traversa.

30′ – Subito un altro pericolo: su cross di Izzo, la palla viene leggermente spizzata, concludendo la sua corsa sulla traversa. Sulla conseguente azione, Burdisso svetta di testa e Puggioni devia sulla traversa: Pandev raccoglie la respinta e mette dentro il 2-1. La terna arbitrale chiama il fuorigioco, ma il macedone è al limite: se di fuorigioco si può parlare, sono millimetri. Purtroppo la Samp sembra in balia dell’avversario dopo il pareggio del Genoa.

29′ – Altro rischio per la Samp: Simeone viene imbeccato e Sala rischia il contatto da rigore. Messa la palla in mezzo, Edenilson arriva scoordinato e manca il giusto impatto per il 2-1.

25′ – Ripartenza sprecata per la Samp: Linetty serve in profondità Quagliarella, che però ai 30 metri decide di tentare la soluzione personale invee di servire sulla corsa lo smarcato Bruno Fernandes. Palla ampiamento a lato e notevole disappunto del portoghese.

23′ – PAREGGIO DI RIGONI! Edenilson lasciato troppo solo sul settore destro: il brasiliano viene servito da Simeone e mette in mezzo, dove c’è solo solo Rigoni, che anticipa Puggioni in uscita. Male i centrali e veramente indisturbato l’ex Udinese nell’assist.

22′ – Genoa adesso in controllo della gara: la Samp attende gli spazi migliori per una ripartenza.

17′ – Pericolo in area Samp: una serie di rimpalli porta la palla dalla rimessa laterale di Orban fino alla conclusione di Edenilson dall’altra parte del campo. Una respinta impedisce al tiro di impensierire Puggioni.

14′ – Risponde il Genoa: conclusione di controbalzo da parte di Rigoni dal limite. Puggioni blocca in due tempi.

12′ – GOL MURIEL! Gran passaggio di Sala sulla corsa di Bruno Fernandes, che dalla destra mette in mezzo: un rimpallo di Quagliarella su Burdisso mette il 27 da solo davanti a Perin, ma l’attaccante scorge Muriel completamente solo. Il colombiano batte Perin ed è 1-0!

10′ – Lancio millimetrico con il piede debole di Bruno Fernandes, che trova a 40 metri Muriel. Il colombiano parte alle spalle di un ignaro Orban, ma il suo destro dal limit dell’area viene neutralizzato da Perin in due tempi.

3′ – Subito la risposta del Genoa: cross di Laxalt, respinta coraggiosa di Silvestre e destro di Rincon dal limite dell’area, ma la palla conclude il suo corso fuori.

2′ – Gran partenza della Samp! Pressing alto e subito un’occasione: su cross di Sala, Quagliarella spizza di testa il pallone. Nonostante una leggera deviazione, Perin è attentissimo e devia in corner.

18.02 – SI PARTE! Calcio d’inizio del Genoa, che attaccherà verso la propria Gradinata. Un leggero problema alla porta sotto la Nord ha ritardato di poco l’inizio della contesa. Per Tagliavento è la gara numero 193 in Serie A.

17.58 – I due capitani – Burdisso e Regini – si salutano prima del’inizio della gara. Tutto pronto affinché possa partire il Derby numero 113.

17.55 – Bellissimo lo scenario delle due tifoserie all’opera: Samp e Genoa sono pronte per entrare in campo.

17.44 – Dall’altra parte, è Laxalt a dire la sua sul Derby: «Dobbiamo essere molto cattivi per raccogliere i tre punti: siamo sulla strada giusta. Juric ci mancherà, ma sappiamo cosa fare».

17.40 – Parla Regini nel pre-gara: «Orgoglioso di essere il capitano in una partita del genere. Un derby si deve vincere, peccato per i punti lasciati indietro».

17.15 – Out le formazioni ufficiali: Juric punta su Pandev di fronte alle numerose assenze nel reparto offensive. Non va meglio per Giampaolo, che ripiega su Puggioni in assenza di Viviano. La grande novità rispetto alla vigilia è la fiducia per Bruno Fernandes, che parte dal primo minuto per questo Derby al posto dell’argentino Álvarez. Confermata invece la coppia d’attacco, che vedrà ancora Muriel e Quagliarella in campo.

PRE-PARTITA

Non c’è che dire: non poteva esserci una partita più complicata per valutare il destino di Marco Giampaolo. Dopo le difficoltà degli ultimi tempi nel concretizzare l’enorme mole di gioco prodotta e i soli due punti conquistati nelle ultime sei gare, la Samp deve ripartire. E lo deve fare necessariamente, nonostante il palcoscenico per questa difficile recita non sarà dei più facili: il Derby della Lanterna vale molto per il Doria, che punta a riprendere il passo smarrito in classifica (sei punti nelle prime due gare contro Atalanta ed Empoli).

Dall’altra parte, nel momento più difficile, ci sarà invece un Genoa in discreta forma: la miglior difesa del campionato – cinque gol subiti, gli stessi della Juventus – punta a mantenere la porta inviolata anche oggi, in uno scenario che da sempre riserva discrete sorprese. Nonostante la squalifica del tecnico Ivan Juric (espulso contro l’Empoli e anch’egli all’esordio assoluto nella stracittadina, per lo meno come tecnico), i rossoblu vogliono proseguire il buon momento di forma evidenziato nelle prime giornate di questa Serie A 2016/17.

Per la Samp c’è anche da riprendere un rapporto positivo con il Derby: l’ultimo con la Samp in casa ha visto la vittoria del Genoa per 3-0, in una partita che vide diverse appendici (la rabbia dei tifosi, di Montella e il confronto acceso tra Romei e Cassano nel post-gara).

PROBABILI FORMAZIONI

La notizia peggiore nelle formazioni schierabili dalla Samp è l’assenza di Emiliano Viviano, tagliato fuori dalle prossime gare a causa di un infortunio allo scafoide. Ciò ha costretto Giampaolo a rinunciare a uno dei suoi elementi migliori, capace di salvare la baracca anche in quel di Pescara. Al suo posto arriverà l’esordio di Christian Puggioni, tifoso-portiere del Doria, che forse non poteva sognare uno stage migliore per la sua prima in blucerchiato in Serie A.

Tuttavia, la sicurezza infusa da Viviano a un reparto già dimostratosi traballante nelle ultime gare mancherà. Altri assenti preannunciati sono Pavlovic e Carbonero, sempre alla ricerca della condizione ideale. Mancherà anche Dodô, mentre Silvestre è stato recuperato nelle ultime ore per una partita alla quale non poteva mancare. A questo punto, si continua sulla falsa riga del 4-3-1-2 e degli stessi interpreti che finora hanno rappresentato il riferimento per il mister blucerchiato.

Diverso il discorso per Juric, che deve rinunciare al convalescente Pavoletti: il recupero completo per il Derby non è riuscito, ma l’attaccante genoano sarà comunque in panchina a disposizione del mister rossoblu. Davanti quindi spazio a Pandev al fianco di Simeone, che si sta comunque imponendo in questa sua prima esperienza italiana. La sfida sarà arbitrata dal sig. Tagliavento, alla sua terza esperienza con la stracittadina di Genova.

SAMPDORIA (4-3-1-2): Puggioni; Regini, Skriniar, Silvestre, Sala; Linetty, Torreira, Barreto; Alvarez; Muriel, Quagliarella. 
GENOA (3-4-3): Perin; Orban, Burdisso, Izzo; Laxalt, Rincon, Veloso, Edenilson; Rigoni, Simeone, Pandev.

Condividi
Articolo precedente
Laxalt sul Derby della Lanterna: «Dovremo essere sportivamente cattivi»
Prossimo articolo
Muriel SampdoriaFernandes crea, Muriel capitalizza: 2 a 1 al Genoa e Genova è blucerchiata