Gli eSports sbarcano anche in MLS: la proposta della Samp

esports mls nycfc
© foto www.imagephotoagency.it

Il New York City FC apripista statunitense per gli eSports, e la Sampdoria propone subito una sfida

Cosa hanno in comune Sampdoria e New York City FC? Sono separate da migliaia e migliaia di chilometri, respirano due tipi di calcio totalmente diversi, ma entrambe si possono considerare apripista nel mondo degli eSports: i blucerchiati in Serie A, gli statunitensi in MLS. Da oggi il NYCFC, in cui militano campioni del calibro di Andrea Pirlo o David Villa, potrà vantare nel proprio organico un giocatore in più, o meglio, un videogiocatore. Si tratta di Christopher Holly, pluricampione americano di FIFA che si è unito – come nel caso di Mattia Guarracino per la Samp – al club per rappresentarlo in giro per il mondo nelle varie competizioni videoludiche. La società di Massimo Ferrero ha voluto complimentarsi con il New York City per il recente ingresso nel mondo virtuale e, tramite un messaggio su Twitter, ha colto l’occasione per lanciare una proposta: «I migliori auguri al NYCFC per aver preso parte alla rivoluzione degli eSports. Vi andrebbe di sfidare il nostro uomo Lonewolf92 in partita?». In attesa di sapere la risposta, il videogamer ufficiale della Sampdoria sarà impegnato il 25 aprile in un torneo allo stadio “Ferraris”.

Condividi
Articolo precedente
primavera pedonePrimavera, Sampdoria-Spezia: i convocati di Pedone
Prossimo articolo
puggioni sampdoriaRinnovo Giampaolo, Puggioni: «Guidaci come tu sai fare»