Eto’o, dal caso Olinga ai figli non riconosciuti: altra querelle legale per l’attaccante

© foto www.imagephotoagency.it

Chi la fa, l’aspetti. A poche settimane dalla diatriba con la Sampdoria per la questione legata a Fabrice Olinga, il nome di Samuel Eto’o è coinvolto nuovamente in una azione legale. Questa volta, però, il camerunense rappresenta la parte citata in giudizio.

 

A dar vita alla querelle è stata una ex modella che avrebbe avuto una figlia proprio dalla relazione sentimentale con il camerunense, cui avrebbe conseguito il suo rifiuto all’assunzione di ogni responsabilità. L’avvocato della donna, come dichiarato a Repubblica, ha affermato l’evidenza della somiglianza tra l’adolescente di 16 anni, peraltro bisognosa di cure, e già inviato una diffida a Eto’o al fine di avviare le azioni legali necessarie al pagamento del risarcimento di circa 700mila euro per gli alimenti arretrati. Ma non è la prima denuncia, in quanto una sua vecchia fiamma, Anna Baranca, aveva sostenuto che egli fosse il padre naturale della figlia quattordicenne. Chi pensa di risolvere i problemi altrui, dunque, pensi prima ai propri.

Condividi
Articolo precedente
Lega Pro: Cuneo ai playout, Savona e Pro Patria salutano
Prossimo articolo
Lanciano, restituiti tre punti di penalizzazione