Fernando il più falloso della Serie A, solo Mauricio insidia il primato

© foto www.imagephotoagency.it

Per la Sampdoria non è ancora terminato questo infausto campionato di Serie A, stessa cosa non si può dire per Fernando che, con l’ammonizione di ieri dovrà scontare la squalifica nella partita contro la Juventus, ultima di campionato in trasferta a Torino e in programma per sabato 14 alle ore 17:00.

 

Con l’ammonizione di ieri Fernando sale a 14 cartellini gialli collezionati durante questo campionato e, almeno per il momento, conduce la classifica dei più “delinquenti” della serie A. Ma la prima posizione potrebbe essere messa in discussione da un altro giocatore abbonato ai gialli: Mauricio della Lazio. Il difensore infatti è a solo una lunghezza da Fernando e nell’ultima giornata potrebbe insidiare la prima posizione. Segue al terzo posto Blanchard con 12 cartellini.

 

Fernando se non altro ha alternato momenti di tranquillità, a momenti in cui collezionava un giallo a partita: il primo l’ha preso nel match tra Napoli e Sampdoria, alla seconda giornata. Poi il filotto in Torino, Roma, Atalanta e Inter. Prima squalifica quindi nel match contro il Frosinone. Al ritorno in campo contro l’Hellas ritorna l’appuntamento con il giallo. Poi la quiete. per ben sette partite nessuna ammonizione. Ritornano i gialli con il Palermo e il Derby della Lanterna di andata, giallo anche nel ritorno col Napoli e con il Bologna. E ennesima squalifica da scontare questa volta contro il Torino in casa. Le ultime quattro ammonizioni arrivano nel ritorno con Hellas, Chievo, Milan e Genoa, determinando quindi la squalifica nell’ultimo match di campionato contro la Juventus. 

 

Della Sampdoria, Fernando è sicuramente l’inamovibile, infatti ha disputato 35 gare, le uniche saltate sono per scontare la squalifica comminata dal giudice sportivo. L’incidenza dei gialli poi è relativa ai secondi tempi, non considerando le due scapocciate con Atalanta e Bologna in cui l’ammonizione arrivò nella prima mezz’ora di gioco. Delinquente intelligente però, infatti non ha mai ricevuto una doppia ammonizione e nemmeno un rosso diretto in tutto il campionato.

Condividi
Articolo precedente
Derby della Lanterna: Cassano massacrato dai falli, Viviano incolpevole
Prossimo articolo
Settore giovanile: i risultati del weekend