Ferrero: «A Palermo per giocarcela. Montella? Darà solidità e continuità»

© foto www.imagephotoagency.it

A margine della premiazione della 32a edizione del Torneo “Ravano”, in programma oggi pomeriggio, alcuni personaggi legati alla relatà blucerchiata sono intervenuti ai microfoni della stampa presente.

Tra questi anche il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, che si è così espresso sull’evento: «E’ una manifestazione di ottimo livello, abbiamo dato un grande contributo, messo a disposizione i nostri mezzi e siamo felici di questo premio, perché i nostri ragazzi sono uomini e donne del domani, anche se l’organizzazione andrebbe ritoccata».

Sulle prossime due sfide di campionato, che decideranno le sorti di questo finale di stagione: «A Palermo non andremo a pettinare le bambole – spiega il presidente con una sua tipica espressione – ma a giocarcela. Arrivare davanti al Genoa è una cosa cittadina, vostra. Per me il Genoa conta come qualsiasi altra squadra, per i tifosi non è la stessa cosa e sarebbe bello farli contenti».

Un’ultima battuta sul futuro di questa Sampdoria, che passerà per la permanenza di Montella in blucerchiato: «Io sono sempre carico, nessuno mi toglierà mai il sorriso e l’energia, sono un presidente vero che fa fatti e non parole. Montella? Ogni anno c’è questa tarantella degli allenatori, ma noi lo abbiamo preso e lui è stato molto contento di sposare il nostro progetto. Io lo stimo, sia come uomo che come allenatore, e ha un contratto di altri due anni quindi non vedo perché dovrebbe andare via. E’ qui per dare solidità e continuità a questo gruppo».

Condividi
Articolo precedente
De Silvestri: «Derby? Ora testa al Palermo. Non sarò condizionato dalla diffida»
Prossimo articolo
Ponce: «Voglio arrivare in Prima Squadra»