Ferrero: «Giampaolo mi ha dato un’emozione. Obiettivi? Ne parliamo ogni giorno»

Ferrero
© foto www.imagephotoagency.it

Marco Giampaolo rinnova con la Sampdoria fino al 2020, tutta la soddisfazione di Massimo Ferrero

Ci è voluto un po’ ma finalmente la firma è arrivata: Marco Giampaolo ha prolungato il suo rapporto con la Sampdoria, con nuova scadenza fissata al 2020, il primo tassello del Doria del futuro che anche nella prossima stagione ripartirà con lo stesso tecnico che ha fatto un ottimo lavoro in questa stagione. È un Massimo Ferrero soddisfatto quello fuori dai cancelli del Gloriano Mugnaini di Bogliasco: «Giampaolo l’avevo scelto io e sono contento di averlo fatto, in quel primo incontro parlavo soltanto io, ero io a fare le domande a lui. Più che un confronto c’è stato un monologo, c’è stato subito quel feeling tra persone per bene, ho capito che era una brava persona e preparata: poi di Giampaolo ce n’è uno tutti gli altri sono nessuno. Sono andato con lui a dirgli “dai rinnoviamo”, perché ho capito una cosa, che non devo farmi scappare quest’uomo. Si è fatto corteggiare un po’, ma poi c’è stato. Richieste? Giusto che le faccia, siamo tutti in sintonia e vogliamo tutti stupire. Obiettivi per l’anno prossimo? Ci pensiamo tutti i giorni all’anno prossimo, l’obiettivo è capire chi siamo, dove andiamo e cosa vogliamo fare.

FERRERO: «GIAMPAOLO HA FAME E VUOLE CRESCERE, COME ME» – «Ora voi dite che ho rinnovato il contratto a Giampaolo perché le cose vanno bene – prosegue il patron doriano – ma a Giampaolo il contratto l’avrei rinnovato lo stesso. Quando sono arrivato al primo anno ho trovato Mihajlovic, poi Zenga e l’ho mandato via incautamente per inesperienza. Poi c’è stato Montella, mi sono sempre fatto convincere. Invece Giampaolo è stata una mia scelta, ho invitato a casa mia sia Pioli che Giampaolo e il nostro allenatore mi ha dato un’emozione che Pioli non mi ha dato. Giampaolo è uno che ha fame come me e vuole crescere».

Condividi
Articolo precedente
giampaolo sampdoriaUfficiale il rinnovo fino al 2020. Giampaolo: «Sono davvero felice»
Prossimo articolo
Gonzalo RodriguezGonzalo Rodriguez: «200 presenze un orgoglio. Ora penso alla Samp»