Ferrero: «Praet un regalo per i tifosi, non smobilitiamo»

© foto www.imagephotoagency.it

Una serata piuttosto convulsa quella di ieri sera per la Sampdoria: nel pomeriggio ufficializzato l’arrivo di Dodô, in serata ufficiali le cessioni di Castan e De Silvestri al Torino e nel frattempo la società blucerchiata ha chiuso una delle trattative più interessanti di tutta l’estate. Dennis Praet è pronto a vestire la maglia blucerchiata, vinta la concorrenza di tanti club europei, dal Sivilia alla Lazio, che avevano messo gli occhi sul promettente trequartista belga classe 1994.

Una spesa importante per la Samp, che ha strappato il sì dall’Anderlecht con 10 milioni di euro e un contratto da 1,2 milioni a stagione per cinqua anni al giocatore. Questo il commento del Presidente Massimo Ferrero, che da Ibiza ha concluso la trattativa, sottolineando come Praet sia un regalo fatto per tifosi e mister- si legge sul Secolo XIX – per dimostrare che non è vero che la Samp è un porto di mare ma c’è un progetto preciso di formazione, una rosa giovane e di grande talento. Il belga, prosegue Ferrero, era cercato da tante squadre e lo sforzo economico è stato fatto per amore del Doria e per soddisfare le richieste di Giampaolo.

In chiusura una stoccata alla rivale Torino per ripondere alle critiche sulla smobilitazione: anche i granata hanno venduto tanto e li l’hanno chiamata rivoluzione, mentre a Genova viene chiamata smobilitazione, quando è il contrario.

Condividi
Articolo precedente
de silvestri sampdoriaDe Silvestri: «Torino, grazie per la fiducia. Sono carico»
Prossimo articolo
Verso Empoli-Samp: la difesa è obbligata