Fiorentina – Samp: giornata negativa per Correa, Quagliarella sempre pericoloso

© foto www.imagephotoagency.it

Analizzando sempre la prestazione sulla carta e sulla base dei dati statistici oltre a spiccare quelle sei palle recuperate da Krstitic nei 67′ minuti giocati, saltano all’occhio le quattro palle perse da Correa nei suoi 72′ minuti di gioco, che contano anche un fallo fatto, un secondo fallo evitabile realizzato e che ha avuto come conseguenza l’espulsione e un unico cross.

 

Non è stata proprio la giornata migliore per Correa che a differenza dei precedenti match è entrato in campo dal primo minuto di gioco al posto di Antonio Cassano che si è accomodato in tribuna. Non sono i numeri peggiori in assoluto del match ma sicuramente sono i peggiori dei blucerchiati scesi in campo. A livello di palle perse tra le fila della Fiorentina conduce Borja Valero con ben otto palloni, segue Marcos Alonso con le sue cinque, al terzo posto sul podio il trio formato da Tino Costa, Ilicic e Tello. A differenza di Correa però, Borja Valero ha realizzato l’assist per il gol di Ilicic.

 

Numeri alla mano tra i migliori dei blucerchiati ci sono sicuramente Quagliarella e Ricky Alvarez: il buon Fabio ha cercato lo specchio della porta per ben tre volte con tre chiare occasioni da gol. Il meraviglioso Ricky invece ha un unico tiro in porta, un’unica occasione da gol che porta nella sacca della Sampdoria il punto di platino del match. Altro dato interessante, in base anche ai minuti giocati (solo 28′) sono i falli commessi da Ivan ben tre davanti a Ranocchia, che però ha giocato l’intera partita e davanti a un “professionista” come Fernando che ieri si ferma a due falli e non si fa neanche ammonire. 

 

Il migliore della Viola è sicuramente Ilicic, che porta a tre i gol realizzati contro la Sampdoria in carriera: per lui tre tiri in porta, tre chiare occasioni da gol e chiaramente la rete del momentaneo vantaggio dei suoi.

Condividi
Articolo precedente
Samp cinica e “cattiva”, ma un grande grazie va a Viviano
Prossimo articolo
Zamparini: «Novellino in confusione, ma ho fiducia in lui»