Fiorentina-Sampdoria 1-1, le pagelle: Ricky Maravilla, sciocchezza Correa

© foto www.imagephotoagency.it

Viviano 7: Per lui non è una partita come le altre, il suo cuore è viola, sua figlia si chiama allo stesso modo ma quest’oggi ha tirato fuori un’ottima prestazione. Incolpevole sul gol di Ilicic su cui poteva fare poco, nel primo tempo sfodera un’incredibile parata su Ilicic e nella ripresa si ripete su Zarate, negandogli il suo solito destro all’incrocio.

Diakite 5,5: Prestazione piuttosto ordinata del francese a sorpresa in campo al posto di Silvestre: sbavatura solo sul gol dove si fa attrarre dal passaggio di Ilicic per Borja Valero lasciando il varco per lo sloveno. Passaggi sempre precisi, non demerita affatto nella linea a 3 uomini di Montella.

Ranocchia 6,5: L’emblema della resistenza blucerchiata è lui, che a due minuti dalla fine su uno schema da calcio d’angolo si lancia come se non ci fosse un domani su Blaszczykovski che provava il tiro. Il resto della partita è una lotta sui palloni alti con Babacar, ben arginato dal numero 16. Bene anche in anticipo sui suggerimenti viola.

Cassani 6: Un giallo speso troppo presto e non in maniera impeccabile che gli costa la delicatissima partita con l’Udinese. Resto della partita comunque positiva per il numero 5 che nel finale si è disimpegnato da esterno a sinistra.

De Silvestri 6: Solita generosità del numero 29 che contro Marcos Alonso non ha vita facile, ma riesce a non capitolare. Da un suo cross Quagliarella sfiora l’eurogol ma è Tatarusanu a dire di no con un grande intervento.

Fernando 5,5: Il brasiliano gioca un’ottima partita ma nel finale si perde gestendo malissimo un pallone tutto sommato semplice, non ce lo siamo ancora spiegato del perché abbia fatto così.

Krsticic 5,5: Parte bene affianco a Fernando ma alla distanza perde lucidità e spende anche lui un giallo in maniera piuttosto banale.

dal 17’st Soriano 6: Dopo pochi minuti ha sul piede la palla del possibile 2-1 ma è Astori a dirgli di no sulla bella conclusione al volo.

Dodô 6: Buona gara del brasiliano che duella per tutta la partita con Tello, scambiandosi colpo su colpo le sgroppate offensive: diversi i cross messi in mezzo anche interessanti, i compagni però non hanno letto le sue intenzioni. Finisce coi crampi dopo una prestazione generosa.

dal 41’st Moisander sv: Entra nel finale per Dodô e fa in tempo a concedere una punizione dal limite pericolosissima, non un grande impatto del finlandese.

Alvarez 6,5: Finalmente si sblocca Ricky con un gran bel gol e una prestazione di qualità. Finisce presto la benzina e lascia il posto a Capitan Soriano.

dal 21’st Ivan 6: La grinta è la solita, quella giusta e che ci vuole in gare così importanti, le chiusure difensive anche, tutte giuste per lo slovacco che spegne sul nascere diverse iniziative viola leggendo bene la situazione. Un’ottima alternativa a metà campo da affiancare a Fernando

Correa 4,5: Prestazione davvero deludente del Tucu che dopo un primo tempo abbastanza anonimo rincara la dose nella ripresa, spendendo prima un giallo in maniera ingenua poi prendendo il secondo per una trattenuta a 80 metri dalla porta, ricevendo un rosso veramente evitabile. Non è il Tucu che serve al Doria.

Quagliarella 6,5: Altra partita generosissima del numero 27 che si sbatte per tutti e 95 i minuti sfiorando due gol splendidi: nel primo tempo ci prova di rovesciata, nella ripresa con uno dei suoi tiri da fuori. In entrambi è bravissimo Tatarusanu.

Montella 5,5: Alla lettura delle formazioni nessuno avrebbe buttato un euro su questo punto dei blucerchiati: il mister ha avuto ragione in tutte le scelte, tranne una: Correa dopo il primo giallo e l’avviso di Gervasoni era da togliere immediatamente, e invece sono arrivati 30 minuti di incredibile sofferenza, fortunatamente terminati con un preziosissimo punto.

Gli avversari: Tatarusanu 7; Tomovic 6, Gonzalo 6, Astori 6,5, Tello 5,5, Badelj 5,5, Vecino 6, Tino Costa 5,5, Alonso 5,5, Borja Valero 6,5, Ilicic 6,5, Zarate 6, Babacar 5, Blaszczykovski 5,5

Condividi
Articolo precedente
La Samp tiene duro: punto d’oro a Firenze, a Ilicic risponde Alvarez
Prossimo articolo
Montella in conferenza stampa: «I punti servivano più a noi che alla Fiorentina»