Giallo Alvarez: il transfer non arriva, richiesta alla Fifa

© foto www.imagephotoagency.it

Allenarsi duramente per dieci giorni e non poter vedere il campo per una semplice questione burocratica. Non deve certo saltare di gioia Ricky Alvarez che a questo punto rischia di saltare la sua terza partita da quando è arrivato alla Sampdoria. La situazione però non deve allarmare i tifosi, perché a questo punto, a meno che il documento atteso (International transfer card) non sia arrivato nella scorsa notte, per la Sampdoria si tratterà solo di chiederne uno provvisorio direttamente alla Fifa.

Il quadro dell situazione prova a dipingerlo Il Secolo XIX nell’edizione odierna. Alla luce della querelle tra Inter e Sunderland, ancora irrisolta, riguardante il mancato riscatto da parte degli inglesi del calciatore per presunti problemi fisici, qualora la Federazione Inglese avesse inviato immediatamente il documento dando via libera al tesseramento del calciatore, la Fifa avrebbe potuto interpretare il gesto come contrddittorio alla tesi secondo la quale il calciatore era arrivato dall’Inter in Inghilterra con problemi fisici tali da impedirne il riscatto a fine stagione. In sintesi: un via libera immediato al trasferimento dal Sunderland alla Sampdoria, che ritiene il calcitore in perfette condizioni, avrebbe fatto cadere la tesi dei problemi fisici di Alvarez, dando così un assist perfetto all’Inter per la sua richiesta di 11 milioni di euro del riscatto non effettuato.

A questo punto, ripetiamo, a meno che il tanto desiderato documento non sia arrivato nella scorsa notte, la Sampdoria potrebbe dover chiedere un intervento alla Fifa, con il rilascio di un tranfer provvisorio. I tempi però non dovrebbero essere dei più brevi, purtroppo. E anche l trasferta contro il Carpi, il nuovo numero 25 della Sampdoria, rischia di vedersela dalla tribuna.

Condividi
Articolo precedente
Tozzo ai saluti col Novara: c’è il Lanciano
Prossimo articolo
Qui Bogliasco: oggi riposo, domani ripresa mattutina