Giampaolo: «Dobbiamo onorare la maglia e la bandiera»

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Giampaolo in conferenza stampa presenta la partita contro il Chievo: «Voglio delle risposte dai miei,devono essere prima uomini e poi calciatori. Formazione? Simic non è pronto, Muriel non ha i 90 minuti»

Consuetudine del sabato è la conferenza stampa di presentazione del match da parte di Marco Giampaolo. Dopo la sconfitta, pesante, contro la Lazio i ragazzi in blucerchiato dovranno affrontare il Chievo tra le mura di casa. Partita da non sottovalutare anche se l’avversario non si gioca più nulla in ottica classifica. Sicuramente ci sarà qualche cambio figlio della squalifica di Skriniar, espulso in Lazio-Sampdoria, e lo scenario più probabile è quello che vede Regini centrale con Silvestre mentre sulla fascia agirà Sala al posto di Bereszynski e Pavlovic in luogo di Dodò. Non cambia la mediana, seppur permanga il ballottaggio tra Praet e Linetty, conferme in attacco con Quagliarella e probabilmente il ritorno di Muriel dal primo minuto di gioco. Ma sentiamo dalle parole del mister come hanno trascorso la settimana i blucerchiati. La partita contro il Chievo può essere uno scontro diretto per il mantenimento della classifica: «Noi abbiamo un duplice obiettivo, ripulire rispetto a quello che è stato l’ultimo risultato negativo di Roma, secondariamente consolidare la nostra classifica. Dovremo avere la forza di consolidare questo decimo posto, da loro mi aspetto una prova di grande orgoglio, di attaccamento. Mi aspetto una partita intensa sul piano nervoso, la maglia della Sampdoria va rispettata attraverso prestazioni di buon livello. Non sto parlando di risultato, ma di intensità fisica e mentale. Abbiamo il dovere di riscattare la prova di Roma, sto parlando di orgoglio personale, della difesa di una bandiera. Non siamo una squadra che può permettersi figure al di sotto della bandiera che noi rappresentiamo. Ho parlato loro in maniera seria e matura, ho parlato di responsabilità di riscatto, di orgoglio, ho detto loro quello che sto dicendo oggi a voi. Loro devono sapere, devono essere consapevoli di quello che stanno facendo. Loro devono essere prima uomini, poi calciatori. Io da loro mi aspetto una risposta caratteriale emotiva sul campo, se non sarà così rimarrò deluso. E molte cose potrebbero essere messe in discussione».

Il CHIEVO – «So quali possono essere le difficoltà come tutte le domeniche, ogni partita. A me non interessa l’avversario, voglio vedere il riscatto serio, sarò molto attento a questo. Le responsabilità saranno sempre le mie, ma potrò fare molte disamine. Bisogna essere all’altezza morale di rappresentare questa maglia, questa città. Io non parlo di risultato, parlo di atteggiamenti, bisogna essere predisposti a dare la giusta importanza all’evento partita. E domani a maggior ragione. La coerenza la devo proporre io in prima persona, bisogna fare le cose per bene fino all’ultimo giorno di campionato con le vittorie le sconfitte e i parecchi: perdere a Roma con la Lazio ci sta, loro sono nettamente più forti di noi, ma se noi siamo al meglio della nostra condizione e atteggiamento può rendergliela dura».

LA FORMAZIONE – «Faremo le giuste considerazione, alla sinistra domani giocherà Dodò o Pavlovic. Alla fine dell’anno faremo le considerazioni sullo staff tecnico, medico, sui calciatori, su cosa c’è da migliorare in senso organizzativo. Poi il Club ha in mano il potere decisionale sulle cose ma le svisceremo tutti i problemi. Simic? Potrò dare una valutazione su di lui il prossimo anno, non ha mai giocato perchè ho avuto Silvestre-Skriniar in ottima forma. Ad oggi non è pronto anche se il ragazzo ha delle qualità ma deve limare altri difetti, una valutazione su di lui la potrò fare durante il ritiro. Giocheranno quelli che ad oggi sono affidabili. L’attacco? Muriel è rientrato, non ha l’autonomia dei 90 minuti, che parta dall’inizio o subentri l’importante per me è utilizzarlo».

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria, così non va: troppi gol presi e una striscia negativa da record
Prossimo articolo
Schick SampdoriaLe probabili formazioni di Sampdoria-Chievo