Giampaolo: «Oggi grande partita, sono contento per Alvarez»

sampdoria giampaolo
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Fiorentina 2-2, parla Giampaolo: «Tra le migliori partite giocate, sono contento per Alvarez. Grazie ai tifosi»

La Sampdoria riesce a fermare la corsa della Fiorentina verso l’Europa League ma allo stesso tempo mantiene invariate le distanze dall’ottavo posto. Il lunch match del “Ferraris” riserva emozioni e gol, con Bruno Fernandes che la sblocca subito dopo 4 minuti di gioco e Gonzalo Rodriguez che ristabilisce la parità al 60′. Nonostante i padroni di casa soffrano parecchio nel secondo tempo, Ricky Alvarez riesce a riportare in vantaggio la Samp, finché Babacar beffa Viviano all’89’ e tiene a galla i suoi. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post-partita, mister Giampaolo ha così commentato la prestazione dei suoi: «Oggi è tra le migliori partite giocate dalla Samp, bisogna tenere anche conto dell’avversario. Siamo stati bravi per lunghi tratti, sempre agguerriti, oggi faceva molto caldo e il palleggio della Fiorentina ci ha portati anche aldilà dei limiti fisici individuali. Bella partita, sono contento. I viola meritavano di vincere o no? Questo non lo so, ma oggi abbiamo giocato bene e la Fiorentina è una squadra che potenzialmente potrebbe giocare per i primi tre posti. Gol di Alvarez? Non ho la bacchetta magica, anche a Milano è subentrato e ha fatto bene, sono contento per lui. Il mio compito è tenere tutti i giocatori vivi per la causa Samp, non è facile ma quest’anno i ragazzi sono stati sempre molto affidabili, anche chi non ha giocato dall’inizio». 

RINNOVO – Oggi al “Ferraris” un bello striscione dedicato a mister Giampaolo, dopo il rinnovo fino al 2020: «La nostra tifoseria mi ha dimostrato grande affetto dopo quattro sconfitte nel girone d’andata. Non me lo sono dimenticato, oggi hanno manifestato questa soddisfazione per il mio prolungamento e io sono sempre grato a loro per come ci riescono a sostenere in ogni partita. Per noi sono stati il valore aggiunto in questo campionato. Anno prossimo in Europa? L’importante è rimettersi in discussione, quelli che rimarranno e quelli che faranno della parte della Samp il prossimo anno. E’ una questione di umiltà – conclude il tecnico doriano – non posso dire se lotteremo per l’Europa».

Condividi
Articolo precedente
sampdoria fiorentina bruno fernandesBruno Fernandes: «Mancava poco alla fine, c’è rammarico»
Prossimo articolo
Samp BrunoFernandes “gol lampo”: nessuno più veloce di lui nella Sampdoria 16/17