Giampaolo mette in guardia la Samp: «Attenzione, il Foggia non è il Bassano»

Giampaolo Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Stasera il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia tra Sampdoria e Foggia: le parole di Marco Giampaolo

Terminata la lunga serie di amichevoli estive, ora per la Sampdoria è arrivato il momento di fare sul serio. Questa sera le porte del “Ferraris” riapriranno al pubblico per ospitare la prima gara ufficiale della stagione, ovvero il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia. Marco Giampaolo mette in guardia i suoi dal Foggia, neopromossa in Serie B: «Ci aspetta una partita stimolante – esordisce il tecnico ai microfoni di SampTV – il nostro obiettivo è superare il turno e creare aspettative in questa competizione. Ci sono tutti i presupposti per partire con il piede giusto e con entusiasmo. Il Foggia gioca assieme da diversi anni, prima con De Zerbi in panchina e ora con Stroppa: entrambi fanno giocare molto bene le proprie squadre e chiedono la partecipazione di tanti giocatori alla fase di possesso». L’anno scorso, al debutto stagionale era arrivato un secco 3-0, ma per Giampaolo sarà diverso contro i pugliesi: «Abbiamo visionato diverse partite, è una squadra che va affrontata con le dovute attenzioni. Sarà complicata dal punto di vista tecnico, sicuramente una partita diversa da quella contro la Virtus Bassano e dovremo mantenere altissima l’attenzione».

Sulla recente tournée tra Irlanda e Galles, in cui la Samp ha affrontato Manchester United e Swansea, il tecnico doriano si esprime così: «Abbiamo disputato due match di alto livello, che ci sono serviti per fare verifiche: siamo stati fortemente motivati e freschi nella prima partita, più stanchi nella seconda, ma abbiamo avuto comunque spunti su cui lavorare e migliorare». Tante cessioni eccellenti e alcuni volti nuovi per la Sampdoria: «La squadra deve far integrare i nuovi arrivati, che mi hanno sempre dato grande disponibilità: il lavoro sarà quello di inserirli al meglio – anticipa Giampaolo – e perfezionare le cose su cui ci siamo dimostrati più lacunosi l’anno scorso». Il calendario ha voluto fare un piccolo regalo alla Sampdoria, che questa sera potrà giocare nel giorno del suo 71esimo compleanno«Cade nel mese giusto, quando siamo nati noi “testoni”, ma anche sinceri e leali. Ci adopereremo per festeggiare tutti assieme con i nostri tifosi nel migliore dei modi», ha concluso l’allenatore blucerchiato.

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria MoreiraSampdoria, ecco il terzino: Steven Moreira a un passo
Prossimo articolo
Sampdoria FoggiaFoggia nel mirino: niente rischi, la solita Sampdoria