Gonzalo Rodriguez: «Montella mi ha dato tanta fiducia, ma Sousa…»

Rodríguez
© foto www.imagephotoagency.it

Per chi è appassionato di fantalcalcio, Gonzalo Rodriguez sarà un nome ben conosciuto. Infatti, il difensore della Fiorentina è davvero una garanzia, sia in campo che nella fantasquadra: ottime prestazioni durante tutto il corso dell’anno, sicurezza, sufficienza assicurata e ogni tanto anche qualche gol (3 in questa stagione finora) ne fanno uno dei giocatori più richiesti sul fantamercato. 

Il centrale argentino era questo pomeriggio al Centro Commerciale “I gigli” di Firenze, per un incontro con i tifosi della Viola. Ai microfoni di Radio Bruno, il giocatore ha parlato innanzitutto della ripresa degli allenamenti avvenuta oggi e sotto gli occhi del presidente Della Valle: «I tre giorni liberi? E’ sempre bene staccare un po’. La prossima settimana ripartiremo al 100%. Cosa ci ha detto oggi il presidente? E’ importante vederlo sempre con noi. Ci ha detto di credere al terzo posto fino in fondo, fino a quando la matematica lo permetterà. Sappiamo di avere una squadra forte ma dobbiamo lavorare di più. La squadra vuole vincere, ma non può giocare sempre bene».

Si passa poi a parlare della crisi che sta attraversando la Fiorentina, in astinenza da vittoria dal 21 febbraio: «Contro il Frosinone abbiamo dovuto fare i conti anche con uno stadio difficile e con la sfortuna, la palla non voleva entrare nella loro porta. Se ci sono rimpianti? L’unico rimpianto di questa stagione è la Coppa Italia, per il resto abbiamo sempre lottato contro grandi squadre. La Roma, ad esempio, è una squadra fortissima. Nessuno a inizio stagione pensava di arrivare al quarto posto».

Certo, il terzo posto è ancora matematicamente possibile da raggiungere, ma non sarà facile con cinque punti di distacco dalla Roma: «Abbiamo tutto per centrare i nostri obiettivi, innanzitutto una squadra composta da giocatori totalmente concentrati su questo. Cosa non è andato in Europa League? E’ una competizione difficile e stancante. Siamo stati eliminati da una grande squadra che si è dimostrata più forte di noi».

Tre anni di gestione Montella, poi da quest’anno l’arrivo di Paolo Sousa: «Differenze? Ho un grandissimo rapporto con Vincenzo, mi ha dato tanta fiducia a Firenze. Vincenzo è più tranquillo, mentre Sousa mostra più voglia, ma il modo di giocare è simile».

Condividi
Articolo precedente
cosmi pescaraCosmi: «Credo ancora in Muriel, la Samp forse no»
Prossimo articolo
Primavera col botto: a Nizza la Sampdoria vince 2-0