Idee per la porta: Leandro Chichizola, un’occasione da non farsi scappare

Chichizola
© foto www.imagephotoagency.it

Leandro Chichizola, ecco perchè quella di ingaggiare il portiere argentino è un’occasione da non perdere per la Sampdoria

La porta della Sampdoria, quest’anno, ha visto avvicendarsi Viviano e Puggioni, con l’estremo difensore genovese che, partito in qualità di “dodicesimo”, ha alla fine giocato più partite del suo collega, bersagliato dagli infortuni in questa stagione. Anche per il prossimo anno c’è il rischio concreto che non vi sia un padrone incontrastato dei pali blucerchiati, ma che si viva una stagione caratterizzata da una staffetta fra due o più portieri, cosa inevitabile date le condizioni di Viviano – che potrebbe rientrare verso dicembre -, ma che non è mai la situazione ideale per le gestione di un ruolo tecnicamente e mentalmente delicato quale è quello del portiere. Inoltre, la dirigenza blucerchiata sta sondando il terreno per diversi estremi difensori, dato che affidare la difesa della porta, nella prima parte di stagione, alla coppia Puggioni-Krapikas sembra essere una scelta rischiosa. Sono diversi i nomi che sono stati fatti in questo senso, ma uno in particolare stimola la fantasia dello stato maggiore a Corte Lambruschini, ed è quello di Leandro Chichizola.

OCCASIONE DA NON PERDERE – Un nome che piace, si diceva, per almeno due ragioni: anzitutto, il portiere di scuola River Plate ha dimostrato, negli anni giocati con la maglia dello Spezia, di essere un estremo difensore affidabile, che compensa una statura non eccezionale – 1,86 – grazie ad una grande esplosività fra i pali. Secondariamente, si tratterebbe di un acquisto a titolo gratuito, dato che il suo contratto con lo Spezia terminerà questo 30 giugno. La concorrenza non mancherà certamente, ma la Sampdoria potrebbe sfruttare il proprio appeal e, soprattutto, potrebbe garantire al ragazzo la possibilità di giocarsi le proprie carte in ritiro per convincere Giampaolo a schierarlo in campo nella prima parte di stagione, sopravanzando quindi Puggioni nelle gerarchie. Inoltre, contando l’età ormai avanzata dello stesso portiere genovese, Chichizola rappresenterebbe un investimento valido anche per il futuro: ventisette anni, per un portiere, significano ancora almeno un decennio di attività infatti, e con una coppia di portieri formata da Viviano e dall’argentino, la Sampdoria potrebbe dirsi tranquilla per molti anni. Infine, se la dirigenza doriana volesse confermare la fiducia in Puggioni e Krapikas per il primo spezzone di stagione, ci sarebbe comunque un’altra possibilità: mettere sotto contratto Chichizola e mandarlo a giocare in prestito, magari ad una neopromossa in Serie A. Quel che è certo, è che l’occasione che si prospetta sarebbe da sfruttare: vedremo se gli uomini mercato blucerchiati decideranno di affondare il colpo o meno.

Condividi
Articolo precedente
GrassiCalciomercato Sampdoria, ag. Grassi: «Giocherà in una società che davvero lo vuole»
Prossimo articolo
Schick sampdoriaCessione Schick: meglio l’addio o il prestito per la Sampdoria?