Il comunicato ufficiale della società sul bilancio

© foto www.imagephotoagency.it

Vi riportiamo di seguito il comunicato ufficiale apparso su sampdoria.it riguardo la situazione finanziaria della società:

Oggi il Consiglio di Amministrazione di U.C. Sampdoria S.p.a ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2015. Il bilancio, in linea con le previsioni, chiude con una perdita 1,3 mln di euro, con una sensibile riduzione rispetto alle perdite dei precedenti esercizi (24,6 mln di euro al 31 dicembre 2014). A conferma del positivo andamento della gestione operativa, il Consiglio evidenzia inoltre come l’esercizio 2015 si è chiuso con un margine operativo adjusted positivo (vedi: *) pari a circa 5 milioni.

Il raggiungimento di tale risultato positivo è principalmente frutto dell’incremento del fatturato passato da circa 59 milioni di euro dell’esercizio 2014 a circa 85 milioni di euro dell’esercizio 2015, grazie all’aumento dei proventi dei diritti televisivi e ad un miglioramento della gestione delle attività commerciali e di marketing. A ciò si aggiunge il buon piazzamento della squadra al termine della stagione sportiva 2014-2015.

Oltre all’incremento dei risultati delle attività commerciali e di sfruttamento dei diritti televisivi, che possono essere considerati come consolidati e strutturali anche per i futuri esercizi, è da considerarsi positivo il risultato conseguito nelle attività di calciomercato: sono state infatti ottenute significative plusvalenze (24,4 mln di euro) e sono stati effettuati investimenti rilevanti (47,7 mln di euro) che hanno potenziato la rosa oggi costituita da giovani calciatori di prospettiva, la cui valutazione patrimoniale è destinata a crescere. La rosa, oltretutto, è pressoché formata da giocatori di proprietà.

Il bilancio (come già evidenziato nella semestrale al 30 giugno 2015) include un provento straordinario di circa 8 milioni di euro, versato dalla precedente proprietà nel mese di aprile 2015 nel rispetto degli accordi assunti, e che è stato incassato in relazione a differenze contabili emerse dopo l’acquisto del capitale sociale della Sampdoria. A tale provento straordinario si sono contrapposti oneri anch’essi di natura non ricorrente, quali incentivi all’esodo per 5,3 mln di euro, e minusvalenze per la cessione di calciatori per 7,6 mln di euro, nell’ambito del processo (ormai portato a compimento) di razionalizzazione, riduzione numerica e ringiovanimento del parco giocatori“.

*= margine operativo al netto di incentivi all’esodo e minusvalenze da considerare non ricorrenti.

Condividi
Articolo precedente
Moisander si racconta: «E’ stato difficile arrivare qui da infortunato. All’Ajax…»
Prossimo articolo
derby della lanternaIl comunicato della società sulla gestione del “Ferraris”