Il derby degli infiltrati: incontri per caso e “spie”

© foto www.imagephotoagency.it

Ieri pomeriggio intorno alle 17 i presidenti di Sampdoria e Genoa sono stati avvistati nella hall dell’Hotel Principe di Savoia di Milano: leggermente appartati, seduti in un tavolino. A tre giorni dal derby, Ferrero e Preziosi minimizzano sull’incontro, definendolo assolutamente casuale. Preziosi si trovava lì con i soci cinesi della Giochi Preziosi, Ferrero per un incontro d’affari. Una semplice coincidenza? Sta di fatto che i rapporti tra le parti sono buoni e, infatti, ci sono spesso contatti telefonici tra le parti.

 

Il derby è d’attualità per entrambe le squadre comunque da un mese: nelle ultime quattro partite, infatti, Gasperini e Montella si sono spiati a vicenda. Venturi, ad esempio, è stato a Marassi per seguire la Sampdoria contro Udinese e Lazio, probabilmente è stato anche a Reggio Emilia per la sfida contro il Sassuolo. Manno e Montanaro, invece, si sono immersi nei video delle partite del Genoa per ore, esaminando gli avversari e preparando le immagini da presentare alla squadra per i briefing. Dall’altra parte ci sono Murgita, Gritti e Trucchi a preparare le sedute in sala video. Non vanno trascurate le misure di controspionaggio, secondo Il Secolo XIX, come gli allenamenti a porte chiuse. 

Condividi
Articolo precedente
Summit in vista con l’Inter: occhio a Correa
Prossimo articolo
Pranzo con Sabatini e Fenucci: anche Osti in bilico?