Il Mental Coach Civitarese: «La Samp non è fra le candidate alla retrocessione. Su Silvestre…»

© foto www.imagephotoagency.it

All’alba della partita con l’Inter Matias Silvestre aveva dichiarato con piglio sicuro che l’obiettivo per la Sampdoria non fosse tanto la salvezza quanto la parte sinistra della classifica. Dichiarazioni, quelle del difensore blucerchiato, che erano state accolte da una parte dell’opinione pubblica come esageratamente ottimiste, vista la deficitaria situazione di classifica in cui si trova attualmente la truppa di Montella.

 

Per avere un parere sulle parole del centrale argentino e sulla situazione generale della Sampdoria, La Repubblica ha contattato il Mental Coach Roberto Civitarese: «Secondo me le squadre candidate a retrocedere sono altre – esordisce l’esperto -, anche se non mi addentro in questioni tecniche, non sono il mio mestiere. E tenga presente che nel gennaio 2011 avevo parlato della Samp a rischio retrocessione. L’avevo detto in tv, tutto è verificabile. Le parole di Silvestre? Secondo me è l’approccio giusto. So che in molti penseranno ‘così si vive su un altro pianeta’, invece si tratta di lavorare per qualcosa di assai concreto. Non è importante che l’obiettivo sia difficoltoso da raggiungere, basta che sia matematicamente fattibile. Quello che conta è l’approccio. Si può avere un approccio negativo o positivo, vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Porsi come obiettivo il non retrocedere significa ammettere di dover fare il minimo indispensabile».

Condividi
Articolo precedente
39 anni fa la Samp conquistava il suo quarto “Viareggio”
Prossimo articolo
Sampdoria e Frosinone senza squalificati