Inglese è una certezza: senso del gol per l’attacco blucerchiato

Inglese Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

L’identikit di Roberto Inglese, obiettivo per l’attacco della Sampdoria: grande abilità sui palloni alti, forza fisica, senso della posizione e del gol

L’attacco della Sampdoria, a due giorni dall’inizio del campionato, è ancora un cantiere a cielo aperto: gli unici elementi certi del posto restano naturalmente Quagliarella, Caprari e Kownacki, mentre Schick, nonostante le parole sibilline di Ferrero, sembra destinato a partire. Ecco perché, con Bonazzoli che resta sul piede di partenza in direzione Spal, è necessario intervenire sul mercato per regalare un rinforzo di spessore a Giampaolo, che con le cessioni di Fernandes, Muriel e Schick – dando per scontato il fatto che il ceco non resti a Genova – si è visto privato di circa la metà dei gol realizzati lo scorso anno. Molte sono state le piste sondate, ma il ventaglio dei nomi sembra in questo momento essersi ridotto a poche alternative. La prima è rappresentata certamente da Vietto, per il quale la Samp sarebbe disposta ad un esborso molto importante. In seconda fila si trovano invece Zapata, Luan e Inglese, nome uscito pochi giorni fa ma che potrebbe rappresentare un profilo adatto per la Sampdoria di Giampaolo. Il classe ’91 del Chievo, infatti, ha dimostrato di essere un affidabile attaccante da doppia cifra in Serie A – 10 reti lo scorso anno in una squadra poco propulsiva come quella di Maran: non magari un bomber da 20 reti stagionali, ma certamente un profilo sul quale fare affidamento per un certo numero di reti a campionato.

Si tratterebbe, con tutta probabilità, di un’alternativa a Quagliarella, dato che entrambi rappresentano il prototipo della punta centrale, e sembrerebbe difficile poterli vedere giocare assieme. Ma quali miglioramenti apporterebbe l’attaccante dei clivensi all’attacco blucerchiato? Innanzitutto, una grande capacità nel colpo di testa, fondamentale nel quale la Sampdoria è stata fortemente carente lo scorso anno. Inglese è infatti un centravanti molto abile sui palloni alti, bravo nel prendere posizione contro il difensore avversario e nella scelta di tempo per impattare il pallone. Potrebbe dunque rappresentare una soluzione in più sui calci piazzati a favore, vera croce di Muriel e compagni lo scorso anno. Si tratta inoltre, proprio come Quagliarella, di un attaccante molto disposto al sacrificio e ad aiutare la squadra in ripiegamento: una dote che Giampaolo apprezza moltissimo. Per quanto riguarda l’esborso economico, la Sampdoria valuta il giocatore circa 8 milioni, mentre il Chievo, che lo ritiene un elemento incedibile, ne fa una valutazione non inferiore ai 10. La possibilità di trovare un accordo a metà strada c’è, starà anche al giocatore esprimersi per far pendere l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra: certamente, la possibilità di vestire il blucerchiato rappresenterebbe uno step superiore nel percorso di crescita dell’attaccante, e di questo lo stesso Inglese ne è consapevole.

Condividi
Articolo precedente
cigarini cagliariCigarini e il gelo con Giampaolo: «Non mi parlava»
Prossimo articolo
SampdoriaBenevento, piacere: il mio nome è Marco Giampaolo