L’Inter ammette: «Schick andrà alla Roma». Ma poi si rimangia tutto

Schick Sampdoria
© foto Valentina Martini

Sabatini ritira l’Inter dalla corsa a Schick: «Non partecipiamo ad aste, andrà alla Roma», ma la società nerazzurra nega. La situazione

L’attacco della Sampdoria, a pochi giorni dalla fine del calciomercato, resta ancora un cantiere: il problema principale, per la società di Corte Lambruschini, è rappresentato dalla situazione di Patrick Schick, sedotto ed abbandonato ad inizio estate dalla Juventus per i noti problemi cardiaci e adesso al centro di una sfida internazionale che, oltre ad Inter, Napoli e Roma, ha visto interessate al ceco anche società estere come il Psg e il Monaco. L’attaccante ha sempre specificato che la sua priorità sarebbe stata la permanenza nel Belpaese, facendo intendere con i suoi atteggiamenti che l’Inter avrebbe avuto una corsia preferenziale nelle sue scelte. Le cose, però, potrebbero essere cambiate in questi giorni una volta per tutte. La Roma ha alzato il pressing per il classe ’96 presentando un’offerta di 38 milioni che la Sampdoria avrebbe accettato.

In questo momento, i giallorossi stanno tentando di convincere l’ex Sparta Praga a trasferirsi nella Capitale: se Schick – che si è preso 24 ore per riflettere – dovesse accettare la proposta di Monchi, l’affare si chiuderebbe immediatamente, un’eventualità per la quale tifa anche il club blucerchiato, che riceverebbe così un pagamento più alto rispetto a quello pattuito con l’Inter. A confermare che la situazione è ormai arrivata ad un punto di svolta è Walter Sabatini, coordinatore dell’area tecnica nerazzurra, che ai microfoni de Il Messaggero ha di fatto ritirato l’Inter dalla corsa al talento blucerchiato: «Patrik Schick al 99% vestirà la maglia della Roma. Non intendiamo partecipare ad aste», le poche ma chiarissime parole dell’ex Ds giallorosso.

Tutto definito? Nemmeno per sogno. Poche ore dopo la diffusione delle parole di Sabatini riguardanti la situazione di Schick, l’Inter ha preso ufficialmente posizione con un comunicato nel quale ha reso noto che quelle dichiarazioni non sarebbero mai uscite dalla bocca del coordinatore dell’area tecnica: «Walter Sabatini non ha rilasciato alcuna dichiarazione riguardante il calciomercato. Pertanto non è da considerarsi attendibile il virgolettato attribuito a lui che sta girando sui vari organi  di informazione». Non è dato sapere se questa mossa faccia parte di una tattica volta a non alzare immediatamente bandiera bianca nella gara con la Roma al centravanti ceco. Certamente, la posizione nerazzurra è negli ultimi giorni è sembrata meno convinta – non si spiega altrimenti la volontà di rivedere gli accordi già presi con la Samp -, e la maggior verve della società giallorossa nel voler convincere l’attaccante a vestire la propria maglia potrebbe far pendere l’ago della bilancia di Schick più a Sud che non a Nord, questa volta – lo spera anche la Sampdoria – in maniera definitiva.

Condividi
Articolo precedente
Praet sampdoriaPraet a cuore aperto: «Sono in debito con la Samp e i tifosi, non potevo andarmene»
Prossimo articolo
Zapata SampdoriaTrovato l’accordo con Zapata: i dettagli del contratto