Keita: «È difficile giocare sotto i fischi. Spalletti ha carattere»

© foto www.imagephotoagency.it

La Sampdoria prosegue la striscia di risultati poco convincenti dopo il pareggio subìto allo scadere contro il Torino. La volontà della squadra di Vincenzo Momtella è di invertire immediatamente la rotta, già dalla trasferta dell'”Olimpico” seppur la Roma sia un’avversaria in netta ripresa è difficile da affrontare tra le proprie mura.

 

La piazza però risente ancora dei malumori presenti durante il periodo in cui allenava Rudi Garcia, lasciandosi scappare qualche fischio che indispettisce i giocatori giallorossi e crea tensione nell’ambiente. Ne sa qualcosa Seydou Keita, che invita però i compagni a continuare su questo filone di vittorie: «La Roma è un club magnifico ma quando le cose vanno male e mentre giochi sbagli un controllo i tifosi fischiano, è difficile. Non conosco un giocatore – ammette il centrocampista ai microfoni di Sky Sport – che riesca a giocare bene quando i tifosi lo fischiano, mai visto, nonostante abbia giocato con grandi giocatori, risulta impossibile. Quando le cose non vanno bene la cosa più importante è supportare la squadra, aiutare chi scende in campo. Spalletti è un uomo con carattere, ho sempre sostenuto che la figura dell’allenatore dipenda dai suoi calciatori. Il mister può comunicarci le sue idee, può dirci cosa dobbiamo fare ma poi siamo noi ad andare in campo».

Condividi
Articolo precedente
Eto’o: «Se dovessi scegliere un presidente direi Ferrero»
Prossimo articolo
Vrioni carica i suoi: «A Novara per vincere!»