L’ex Turci sulle contestazioni a Udine: «Mi ricordo un match contro la Samp…»

© foto www.imagephotoagency.it

Ore di tensione in casa Udinese, dopo le contestazioni di ieri che hanno costretto i giocatori bianconeri ad andarsi a scusare sotto la Curva Nord della “Dacia Arena”, subito dopo la sconfitta contro la Roma. I risultati non arrivano, l’Udinese non vince da quindici turni e oggi pomeriggio è arrivato il comunicato ufficiale sull’esonero di mister Colantuono, già nell’aria da parecchio tempo. 

A calmare gli animi dopo gli eventi di ieri ci ha pensato Luigi Turci, portiere della Sampdoria dal 2002 al 2005 e precedentemente dell’Udinese, che ricorda come le contestazioni nel calcio siano sempre avvenute, anche in occasione di una gara tra le sue due ex squadre: «Io dico che le contestazioni sono sempre accadute nel calcio e anche a Udine ce ne sono state. Io ricordo un Udinese-Sampdoria 4-5 in cui noi non siamo andati sotto la curva, ma siamo stati ugualmente insultati per tutta la partita. Conosciamo tutti la civiltà che caratterizza Udine e i suoi abitanti, l’ospitalità è una sua qualità meritatamente riconosciuta. Ma la contestazione, a livello di principio, è già accaduta e ricapiterà ancora, fa parte della cultura italiana. Udine è un’oasi felice – racconta a udineseblog.it – perchè questi episodi sono stati limitati nel tempo, ma sono comunque già successi. Penso vada dato il giusto peso alla cosa: capisco che faccia scalpore, perchè a Udine succede di rado, ma non darei seguito all’argomento».

Condividi
Articolo precedente
Laurini: «Col Palermo più tranquilli, ci siamo avvicinati alla salvezza»
Prossimo articolo
Ausilio: «Avevamo pensato a Soriano, poi abbiamo preferito Eder»