Giampaolo: «Vincere per rimettere le cose a posto»

© foto www.imagephotoagency.it

Tutto pronto per la stracittadina numero 113, la gara che vale una stagione per la città di Genova. In città si respira da giorni quella tensione, e domani tutte le emozioni verranno riposte in quei 90 minuti più recupero dove Sampdoria e Genoa si affronteranno. Per la giornata di vigilia, come di consueto, il tecnico blucerchiato ha parlato in conferenza stampa per trattare tutti i temi di questo Derby della Lanterna. 

Si parte dal bel gesto fatto dal Doria, con una scritta al centro della maglia in onore delle vittime del terremoto, al quale verrà devoluto parte dell’incasso del match di domani: «È un’iniziativa lodevole da parte di società e tifosi. Il Derby? Cade nel momento giusto, la posta in palio è alta ma sono contento che ci sia questa sfida domani».

Si passa poi alle possibili defezioni, in particolare Silvestre, acciaccato negli scorsi giorni: «Chi è in dubbio dovrebbe recuperare, compreso Silvestre. Non ho mai giocato questo Derby ma l’ho visto in tv e mi sono documentato con filmati storici. Abbiamo preparato la partita bene: conosciamo le caratteristiche degli avversari, sappiamo che potrà essere una gara sporca. Il mio futuro in ballo? Gli interessi individuali vengono dopo quelli collettivi, conta solo questa partita. In settimana abbiamo lavorato su diverse soluzioni. Loro esasperano molto i contatti, potrebbe risentirne la gara stessa. Dovremo essere bravi a giocare nello sporco, ma senza rinunciare a fare quello che abbiamo fatto in questi mesi. Le prossime gare non contano, il futuro è domani.  Formazioni? Ho ancora una notte per pensare. Le stracittadine sfuggono ai pronostici, non c’è un favorito, ma vincerlo rimetterebbe un po’ di cose a posto e ci ridarebbe un po’ quello che abbiamo meritato».

Condividi
Articolo precedente
vlahovic“Eroi del calcio”: sconto sul biglietto per i tifosi blucerchiati
Prossimo articolo
bogliasco sampdoriaBogliasco: porte chiuse alla vigilia del Derby