Montella in conferenza stampa: «Ci vogliono fiducia e convinzione. Tante soluzioni in attacco»

© foto www.imagephotoagency.it

Manca ormai solo un giorno alla sfida dell’Olimpico, nella quale la Sampdoria di Vincenzo Montella dovrà affrontare la Roma del nuovo tecnico Luciano Spalletti, che ha riportato risultati ed entusiasmo nell’ambiente giallorosso. Situazioni ben differenti tra le due squadre, per quanto riguarda la classifica, con i blucerchiati che hanno bisogno di punti per staccarsi dalla zona calda.

Il tecnico blucerchiato prende posto nella sala stampa del “Mugnaini”. Si inizia con una domanda sul nuovo mister della Lupa, con il quale è amico da sempre: «Siamo colleghi ma anche amici. Conosciamo pregi e difetti l’uno dell’altro». E sulla gara di domani: «Abbiamo bisogno di un po’ di convinzione, ma questo dipende dai risultati. Ce la possiamo giocare. I numeri dicono che facciamo tanti gol e ne subiamo tanti, è necessario più equilibrio. Non è un problema dei difensori. Dobbiamo lavorare sulle nostre certezze, dobbiamo lavorare sulla nostra testa, al di là dell’avversario».

Correa e Muriel stanno ripagando la fiducia del mister, ma in panchina scalpitano Quagliarella e Cassano: «Abbiamo tante soluzioni in attacco. È importante avere una certa continuità di uomini, cosa che non abbiamo ancora avuto disposizione. È una decisione che mi porterò ancora dietro. Per come stiamo giocando adesso, è un percorso in divenire, cerchiamo di integrare tutti, sia Cassano che Quagliarella, cercando necessariamente un equilibrio».

Confermata anche la difesa a 3, che sembra funzionare meglio: «Penso di si, bisogna dare continuità anche a livello tattico». Rientrato anche Fernando dalla squalifica: «Ci sono diverse soluzioni a centrocampo. Sta crescendo anche Krsticic. Bisogna trovare affiatamento nei reparti».

Anche in attacco il rendimento di Muriel sembra tornato ad alti livelli: «Lo avevo già detto 20 giorni fa, quando non giocava e non segnava. Ha cambiato atteggiamento mentale, e lo si nota più quando non gioca, perche quando si gioca e si segna viene più facile. A me è sempre piaciuta l’abbondanza, bisogna dare continuità a certi giocatori mantenendo buoni gli altri che di certo verranno utili, ci sarà spazio per tutti».

Sulla carta una sfida davvero impegnativa, quella di domani sera, date anche le opposte situazioni in classifica: «Ci vogliono fiducia e convinzione. La scintilla viene se credi in quello che fai, questa è la convinzione. È molto labile il confine, se ad esempio il Sassuolo avesse pareggiato la partita su rigore si parlerebbe di qualcos’altro. Abbiamo sempre dimostrato di essere in partita anche con le grandi. La squadra è sempre stata in partita, salvo alcune fasi di gioco con Juve e Napoli».

Quartultimo posto, a +5 dalla zona retrocessione, ma Montella non sembra preoccupato: «Noi non dobbiamo guardare la classifica, non dobbiamo farci prendere dall’ansia da prestazione. Se avessimo raccolto quanto avremmo meritato in queste ultime due partite, si parlerebbe d’altro. Dobbiamo essere positivi».

Un’ultima battuta sul mercato di riparazione della Roma, tra cui l’acquisto del blucerchiato Zukanovic: «La Roma si è rinforzata, ha più logica. Perotti ed El Sharaawy sono ottimi acquisti. Zukanovic garantisce una certa duttilità tattica, utile a tutti gli allenatori».

Dal nostro inviato a Bogliasco
Gabriele Corso

Condividi
Articolo precedente
Vrioni carica i suoi: «A Novara per vincere!»
Prossimo articolo
Spalletti in conferenza stampa: «Siamo la Roma, dobiamo fare risultato. De Rossi da valutare»