Lotta salvezza, prossimo turno: la Samp deve vincere e tifare Carpi

© foto www.imagephotoagency.it

Conto alla rovescia per la fine di questo campionato, mancano ancora dieci giornate, tante, troppe e la lotta scudetto, come la lotta salvezza, sono ancora molto aperte. Ogni giornata, non c’è neanche bisogno di dirlo, avrà un suo peso specifico nel computo finale dei sommersi e dei salvati di questo campionato.

Vediamo nel dettaglio la prossima giornata, cominciando proprio dalla Sampdoria. I blucerchiati scendono ad Empoli, squadra che non trova la vittoria dal match giocato contro il Torino (1-0 per i toscani), solo pareggi e sconfitte nelle ultime nove partite. In particolare nelle ultime quattro gare: zero punti e nove gol subiti. La Sampdoria viene da due vittorie con cinque gol messi a segno, ma il problema non è mai stato segnare in realtà; la partita si giocherà in anticipo, come contro il Verona, alle 18:00, ma in trasferta.

Passiamo all’ultima in classifica, l’Hellas Verona: la banda di Delneri dovrà vedersela in trasferta contro la Fiorentina. I ragazzi di Sousa dopo la scoppola presa dalla Roma avranno sicuramente voglia di riscatto e sulla carta i tre punti dovrebbero pendere a favore della viola.

Finalmente Carpi e Frosinone si trovano l’una davanti all’altra in un match che potrebbe veramente raccontare molto riguardo la lotta salvezza: per i destini di chi vuole allontanarsi il più possibile dalle zone calde, c’è da augurarsi un partitone del Carpi con seguente vittoria infatti altri tre punti per il Frosinone potrebbero vederlo saltare fuori dalla zona rossa ai danni del Palermo.

La squadra di Iachini, dopo la mai sopita voglia di Zamparini di cambiare gli allenatori in corsa per poi richiamarli, è in crollo verticale. Dopo il tris subito dalla balcanica Inter, deve accogliere in casa un avversario che di lasciare punti per strada non ne ha assolutamente intenzione: il Napoli in corsa scudetto. Nel calcio non si può mai dire, ma nell’eventualità di una sconfitta dei rosanero e di una vittoria del Frosinone ci sarebbe il sorpasso.

Il Frosinone ha appunto fatto una nuova vittima tra le mura di casa l’Udinese: sconfitta che i bianconeri non si aspettavano (e nemmeno molti al fantacalcio a dire il vero) e che li ferma a quota 30 punti a sole 4 lunghezze dalla zona retrocessione. Udinese che, manco a dirlo, ha un cliente altrettanto scomodo: la Roma di Spalletti in piena rimonta sul Napoli.

Se l’Udinese non è tranquilla stessa cosa si può dire per l’Atalanta che dovrà affrontare l’altra squadra di Roma, la Lazio. La squadra di Pioli però vive di alti e bassi quindi non è così scontata la supremazia degli stessi contro gli orobici, partita che potrebbe pure terminare con un pareggio. Altra X grande come una casa potrebbe essere la partita tra Genoa e Torino, sebbene i rossoblù siano a rischio al pari di tutte le altre sopracitate, l’avversario non è insuperabile e il Grifone gioca in casa cosa che lo avvantaggia un poco, ma Ventura e compagni sentono il fiato sul collo e venderanno cara la pelle.

Un turno che sulla carta può dire molto sui destini incrociati di molte squadre, alla Sampdoria serve la vittoria (manco a dirlo) e magari la sconfitta di Frosinone e Verona sui campi paralleli, la parola adesso passa al campo consci del fatto che può veramente succedere di tutto e non bisogna fare nemmeno un mezzo passo falso.

Condividi
Articolo precedente
De Silvestri, quanto ci mancavi: due partite, due assist
Prossimo articolo
Macheda: «La Samp? L’errore più grande della mia carriera»