Maran: «Vogliamo togliere il decimo posto alla Sampdoria»

chievo maran
© foto www.imagephotoagency.it

Tempo di conferenza stampa anche per Maran: Chievo con atteggiamento bellicoso e voglia di aggrapparsi al decimo posto che è della Sampdoria

Conferenza stampa di presentazione di Sampdoria-Chievo anche per mister Maran che, senza fronzoli, non nasconde l’idea di cercare il decimo posto in classifica come obiettivo aggiunto di questo campionato ormai privo di emozioni. La Sampdoria, ovviamente, dovrà difendere la sua posizione in classifica dagli attacchi non solo della squadra clivense ma anche dalle stesse mire sognate dai bianconeri di Delneri. Situazione che accende il finale di stagione che, per quanto concerne il centro della classifica, era scarso di emozioni. Ecco le parole di Maran tra le mura della sala stampa: «La squadra ha lavorato sempre con grande impegno, li ho visti vogliosi, con il piglio giusto. Quello che abbiamo da settimane dopo un periodo nero. La Sampdoria come parametro? Non dobbiamo avere rimpianti, siamo a quattro punti da una squadra che ha Muriel, Schick e Quagliarella. Giocarsi la partita per avvicinarsi ad un punto è motivo di soddisfazione, questa squadra ha dimostrato di reggere il passo di squadre ben più apprezzate. Altre motivazioni individuali? Noi dobbiamo perseguire i nostri obiettivi da squadra, se in mezzo a questi arrivano quelli personali tanto di guadagnato, ma noi dobbiamo ragionare da squadra per crescere e far crescere quegli elementi utili per il futuro. Questo è un lavoro di squadra e non finalizzato a obiettivi personali: se Pellissier arriva in doppia cifra bene, se segna Inglese sono contento, sarebbe un qualcosa di più. Ogni annata, ogni stagione ti dà qualcosa, ti lascia delle convinzioni. La prossima sfida per me è la Sampdoria e la vedo ben chiara, è l’unica sfida che conta in questo momento. Il lavorare con lo stesso gruppo è sempre un vantaggio, ma è stato diffide ripetere il campionato dell’anno scorso. L’obiettivo del Chievo è riaprire la corsa al decimo posto, sappiamo che è difficile perché la Sampdoria è la squadra che conosciamo, ma vogliamo provarci. È un obiettivo tangibile. La mancanza di Birsa? A turno abbiamo dovuto fare a meno di tanti giocatori, una rosa deve essere formata da giocatori interscambiali, che non facciano pesare le assenze, ovvio la sua assenza sarà “pesante” perché ha determinate caratteristiche che a noi servono. Sarà una partita di grandi ritmi contro una Sampdoria che vorrà voltare pagina dopo lo scivolone contro la Lazio, mi aspetto una partita giocata a viso aperto. Ci teniamo pronti tante soluzioni di gioco per poter affrontare la Sampdoria, le mie scelte sono agevolate dal fatto che conosco questo gruppo e tutto quello che faremo in campo saranno cose che abbiamo già provato in allenamento».

Condividi
Articolo precedente
Schick SampdoriaLe probabili formazioni di Sampdoria-Chievo
Prossimo articolo
baumgartner primavera sampdoriaPrimavera, Baumgartner salva la Sampdoria: la classifica finale – FOTO