Mariani: quarto match con la Samp nel 2015/2016, di nuovo contro il Sassuolo

© foto www.imagephotoagency.it

Corsi e ricorsi storici, con Maurizio Mariani in questo campionato sarà il quarto precedente. Dopo aver diretto le partite Sampdoria – Hellas, proprio Sampdoria – Sassuolo e Carpi – Sampdoria, l’arbitro di Aprilia dirimerà di nuovo le controversie tra i blucerchiati e i neroverdi.

 

Diciamo subito che le partite alle 18:00 e l’arbitro Mariani non ci portano un mare di fortuna, ma la cattiva sorte non esiste per chi non ci crede per cui meglio essere ottimisti. Una certezza, che già la si aveva nei precedenti match arbitrati da Mariani è che è un direttore di gara che non si fa pregare per estrarre i cartellini. Nella casa casalinga contro il Sassuolo furono in cinque a finire sul taccuino dell’arbitro: tre per i ragazzi di Di Francesco (Acerbi, Vrsaljko e Pellegrini) due per la Sampdoria (Silvestre e Cassani). Fernando, che domani sarà diffidato, abbandonò il terreno di gioco al 56′ minuto scampando una facile ammonizione.

 

In 12 presenze in Serie A, nella stagione 2015/2016, ha estratto ben 63 cartellini gialli, cinque doppi gialli e un rosso diretto. Ha concesso però un unico rigore. Il picco massimo delle ammonizioni va nella partita Sassuolo – Atalanta: finiscono sul taccuino 4 neroverdi, 5 nerazzurri, in più Vrsaliko e Pinilla si prendono un doppio giallo che vale il rientro anticipato nel tunnel degli spogliatoi. Al secondo posto la partita tra Torino e Palermo con otto cartellini gialli, un doppio e una espulsione diretta. Terzo gradino del podio la partita tra Palermo e Chievo con sette ammonizioni totali. 

 

L’unica partita dove concesse il rigore fu Carpi – Sampdoria, vinta al Braglia per 2-1 dalla squadra di Castori. Il tiro dagli undici metri fu concesso per il fallo di Fernando su Antonio Di Gaudio e fu realizzato da Jerry Mbakogu, alla prima rete stagionale. Sul finale Mariani espelle anche Gagliolo per somma di ammonizioni.

Condividi
Articolo precedente
Verso Samp – Lazio: Biglia, unico diffidato a rischio per la Lazio
Prossimo articolo
Tennis: Almagro, divisa “quasi” blucerchiata a Barcellona