Montella in conferenza: «Bisogna guardare a noi stessi, non davanti e dietro»

© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Montella è amareggiato ma ragiona anche pensando che davanti oggi c’era il Napoli. Una squadra fortissima, che ha tante individualità importanti che sanno fare la differenza sul terreno di gioco. Purtroppo il poker subito fa male, ma i due gol segnati fanno capire che la Sampdoria ha cercato di non arrendersi fino alla fine.

Intervenuto in conferenza stampa al termine del match, Vincenzo Montella commenta la prestazione: «È difficile commentare una partita del genere. Tutto va rapportato al livello dell’avversario, agli errori che ci stanno. Questa squadra deve giocare a pallone. Ci sono dei momenti in cui hai la palla tu e se non sai cosa fare… Questa squadra è migliore a offendere che a difendere e dobbiamo migliorare. La squadra deve avere la stessa convinzione che ha avuto a tratti nella gara, si vede l’idea di gioco e deve portarla avanti. Sennó ci mettiamo in 10 a difendere nella nostra area e proviamo a fare 0-0».

La classifica deve far riflettere: «Io credo che dovremo guardare a noi stessi, non davanti o dietro. Basta che la squadra guardi con lucidità quel che sta facendo e porti avanti il pensiero. L’importante è creare una base per proseguire, dobbiamo crescere fare punti e far crescere i giocatori migliori che abbiamo. E divertire, ovviamente vincere. Sotto di 2 gol la squadra ha dimostrato di avere idee, di avere gioco, c’era ansia da prestazione che dopo il 2-0 è andata via. Il calciomercato? Non parlo di mercato, le mie idee e le mie considerazioni le faccio con la società. Sanno quello che penso e si fa quel che si può fare».

Condividi
Articolo precedente
Massimo Ferrero: «Episodi tutti a sfavore nostro. I punti arriveranno»
Prossimo articolo
SarriSarri: «Samp squadra tecnica, dovevamo chiuderla prima»